Morto Rip Torn: aveva 88 anni e una lunga carriera

di Daniele Pace Commenta

E' morto Rip Torn, uno degli attori più eccessivi di Hollywood, tanto irascibile da rischiare addirittura l'omicidio per uno scatto d'ira.

Mandatory Credit: Photo by Alex Berliner/BEI/BEI/Shutterstock (561061q)
Rip Torn

Rip Torn, uno degli attori più discussi di Hollywood, si è spento all’età di 88 anni dopo un carriera piena di successi ma anche di eccessi. Jack Nicholson deve proprio ad un suo eccesso la sua partecipazione a Easy Rider, uno dei film culto della storia del cinema.

Nacque il 6 febbraio 1931 a Temple, in Texas, ed era cugino di una famosa attrice, Sissy Spacek, che lo introdusse alla Actor Studio da dove iniziò la avventura nel mondo del cinema negli anni ‘50.

Il suo film della consacrazione era però molto più recente, Men in Black, del 1997, proprio perché la sua irrequietezza fuori e dentro il set gli fecero perdere tante occasioni.

Da Easy Rider fu escluso per aver lanciato un coltello a Dennis Hopper, mentre qualche anno più tardi rischiò addirittura di commettere un omicidio, quando tentò di strangolare Norman Mailer durante le riprese di Maidstone, nel 1970.

La carriera di Rip Torn

Rip Torn ebbe comunque una grande carriera, recitando in tanti film “sacri” del cinema, e sfiorando il premio Oscar nel 1984 per La Foresta Silenziosa, ma come attore non protagonista. Il suo carattere infatti lo limitarono molto nei ruoli da protagonista, fin dagli esordi.

Debuttò in Baby Doll del 1956 e poi l’anno successivo fu la volta della recitazione in due film, Un volto nella follia e Il fronte del silenzio, ma non fu mai l’attore protagonista fino al 1970, per Tropico del Cancro.

In mezzo, tante serie e tanti film, in cui non fu mai scelto come primo attore, per non “combattere” con il suo carattere. Come protagonista recitò poi nel 1973 in Giorno di paga.

Successivamente fu caratterista nel 1976 per L’uomo che cadde sulla terra e nel 1978 per Coma Profondo.

Altro ruolo di successo fu la sua partecipazione a The Larry Sanders Show, sit-com che gli diede fama quanto i suoi due Man in Black I e II.

Con l’età aveva trovato più spazio, forse calmato dopo i bollori giovanili, e venne scelto come Luigi XV da Sofia Coppola per il suo Marie Antoniette.

L’attore si è spento ieri, in casa sua a Lakeville. Era sposato con Amy Wright e aveva due figlie, Katie Torn e Angelica Page.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>