L’amore inatteso, recensione in anteprima

di Cinemaniaco Commenta

C'è un nuovo Papa. Si chiama Francesco I e tra i suoi oneri c'è quello di servire la Chiesa cambiando il modo di comunicare tra le eminenze e i fedeli. Già, perché troppo spesso la religione viene associata ad una forma arcaica di vita. Antoine, il protagonista de "L'amore inatteso", proprio per questo motivi era molto scettico nei confronti della croce. Poi ha iniziato a frequentare la catechesi ed è stato come aver visto un fulmine trapassare i suoi occhi a ciel sereno.

“L’amore inatteso”, film francese, arriva in un momento storico di rilievo per la chiesa. Neanche una settimana fa è stato eletto Jorge Mario Bergoglio, che ha preso il nome (inedito) di Francesco I. Bergoglio, argentino, è il primo Papa gesuita, nonché il primo Papa sudamericano nonché come detto il primo Papa che ha scelto il nome di Francesco.

La vita perfetta di Antoine

Antoine ha quaranta anni. Sua moglie si chiama Claire, e lo ha reso padre di due splendidi figli. Antoine conduce una vita ‘brillante’. Sulla carta non gli manca niente. Vive di agi, in una splendida Parigi nel fervore illuminista e in quello intellettuale.

Il ‘Fuori programma’

Qualcosa inizia a cambiare il giorno in cui Antoine si presenta ai colloqui di Arthur, suo figlio. Da quel giorno Antoine, senza essere troppo convinto, inizia a frequentare la catechesi.

Si tratta di incontri del tutto particolari, che lasciano di sasso il Nostro. Poi, però, diventeranno incontri in grado di dare ad Antoine un nuovo equilibrio e un’imprevista serenità.

Da quando frequenta la catechesi, Antoine diventa una persona migliore, sia in famiglia sia con gli amici. Inizialmente frequenta questi incontri in gran segreto. Sempre inizialmente, Claire nutre molti sospetti su questo improvviso cambiamento. L’unica ad essere felice è Hortense, la sorella di Antoine. In chiesa, Antoine viene a contatto con un amore inatteso: Dio. Si innamora, ritrova la fede e la forza per ricostruire rapporti spezzati.

Il giudizio del CineManiaco

La delicatezza del cinema francese a contatto con un tema delicato, tale da suscitare ironia spesso inutile e riflessioni spesso forzate. “L’amore inatteso” è una sfida, che attori e regista vincono sul finale di una trama che unisce l’amore alla psicologia e alla religione.
Voto: 7,5

Scheda del film

USCITA CINEMA: 21/03/2013

GENERE: Commedia

REGIA: Anne Giafferi

SCENEGGIATURA: Anne Giafferi

ATTORI: Eric Caravaca, Arly Jover, Valérie Bonneton, Jean-Luc Bideau, Benjamin Biolay, Philippe Duquesne

Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>