La Madre al cinema dal 21 marzo: la prima clip ufficiale

di Redazione Commenta

Manca poco più di un mese alla sua uscita, ma vale la pena ripercorrere le tappe che hanno portato “La Madre” in prossimità dell’incontro con il grande schermo.

Il film di Guillermo del Toro è un thriller dai toni soprannaturali, capace di narrare una storia inquietante tra due adolescenti che scompaiono nel nulla. “La Madre” racconta le vicende di due ragazze sparite nel bosco proprio nel giorno dell’uccisione dei loro genitori.

Saranno ritrovate dopo molti anni, e a loro sarà data la possibilità di intraprendere un nuovo percorso di vita.

Ma le ‘brutte’ sorprese non sono ancora finite. Qualcuno o qualcosa, nella notte, fanno loro visita.

Il racconto de “La Madre” inizia dalla sparizione di Victoria e Lilly, sparite cinque anni fa senza lasciare alcun segno del loro passaggio.

La prima clip de “La Madre”

Da quel momento lo zio Lucas (interpretato da Nikolaj Coster-Waldau, noto per “Oblivion“) e la sua fidanzata Annabel (Jessica Chastain, che aspira all’oscar con “Zero Dark Thirty“) non hanno fatto altro che cercarle.

Ma quando le ragazze vengono incredibilmente ritrovate in vita in un rifugio incredibile, la coppia inizia a domandarsi se le ragazze siano gli unici ospiti ad essere stati accolti nella loro casa.

Mentre Annabel cerca di ricreare una vita normale per le due sorelle, cresce la sua convinzione che in casa vi sia una forte presenza maligna. Le sorelle presentano semplicemente i sintomi di un trauma o c’è davvero un fantasma che si aggira intorno a loro? E come hanno fatto a restare vive tutto questo tempo da sole?

Mentre la donna si pone delle domande, i sussurri che echeggiano in casa quando le ragazze vanno a letto provengono dalle labbra di una presenza letale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>