J.J. Abrams: Lost in space

di Pietro Ferraro 8

Jeffrey Jacob Abrams nasce a New york (USA) il 27 Giugno 1966, figlio di Gerard W. Abrams attore e produttore di Hollywood, già studente dimostra una grande passione per il cinema e comincia a scrivere sceneggiature insieme ai suoi compagni del Sarah Lawrence College.

In questo periodo di sperimentazione scrive uno script per un lungometraggio che in seguito la casa di produzione Touchstone Pictures trasformerà nel film Un’agenda che vale un tesoro, prima prova in veste di produttore e autore di Abrams che vede nel cast James Belushi e Charles Grodin.

Il talento di Abrams non passa inosservato e dopo un periodo di scarso lavoro durante il quale scrive un paio di sceneggiature che diventeranno i film A proposito di Henry con Harrison Ford e Amore per sempre con Mel Gibson, arriva il grande successo e la collaborazione con Michael Bay e Jerry Bruckeimer nel blockbuster Armageddon.

La strada sembra ormai spianata, ma è nella tv che il regista trova la sua cornice ideale, il suo primo successo è la serie tv Felicity, quattro stagioni e la prima colonna sonora composta interamente dallo stesso Abrams.

La sua casa di produzione, la Bad Robot realizza due serie tv cult, Alias e Lost, quest’ultima  fenomeno di culto in tutto il mondo che annovera milioni di fans. Oltre a questi due successi Abrams produrrà anche le serie tv Six Degrees e A proposito di Brian.

La visione cinematografica da terzo millennio del regista contaminata da serie tv, fumetti, videogames e videoclip musicali colpisce nel segno e trasforma ogni produzione in uno sbalorditivo successo che mette d’accordo pubblico e critica. Arriva il momento di debuttare dietro la macchina da presa e lo fa con un franchise televisivo e cinematografico che lui stesso ha omaggiato nel suo Alias, il film è Mission impossible III, nel cast Tom Cruise e Philip Seymour Hoffman.

Nel 2008 un’altro fenomeno che attraverso internet si trasforma in un vero caso, il film è Cloverfield, cronaca di un’invasione aliena a New York, con tanto di gigantesco mostro stile Godzilla, look tra reality e docufiction che ibrida tv e cinema, Abrams è solo produttore, ma il suo tocco e l’impronta visiva su tutta l’operazione è ben visibile.

Dall’8 Maggio 2009 nei cinema un’altra impresa ardua aspetta il regista, si dovrà confrontare un icona del cinema fantascientifico di sempre, Star Trek, un balzo indietro nel tempo per raccontarci le avventure giovanili che hanno forgiato il capitano Kirk ed il suo equipaggio con un innovativo look hi-tech che traghetta la famosa saga fantascientifica nel nuovo millennio.

Commenti (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>