Il film di fantascienza più assurdo, secondo la NASA è 2012 di Emmerich

di Pietro Ferraro 1

In questo giorni abbiamo pubblicato una singolare classifica dedicata ai film di fantascienza con più inesattezze scientifiche pubblicata dal sito IO9 che citava al suo interno anche il genere disaster-movie con una sonora e prevedibile bocciatura per l’Armageddon di Michael Bay, rappresentante di quella serie di film catastrofici all’insegna dell’apocalittico andante, ma con una nota speranzosa di fondo che pompati ad arte con effettoni speciali che spesso e volentieri, terminata la razione gigante di pop-corn e scemate le bollicine della cola, non lasciano purtroppo un gran ricordo di se.

Ed è proprio a proposito di uno dei più recenti e fracassoni rappresentanti del genere, quel 2012 che ha riempito le sale e irritato parte della critica ufficiale, che un gruppo di scienziati della NASA in vena di puntualizzazioni ha voluto definire il più assurdo film di fantascienza di sempre, con buona parte delle critiche rivolte alle strampalate profezie riferite al famigerato anno Maya e su cui tutti hanno in qualche modo dovuto dire la loro lucrandoci abbondantemente, come appunto il regista Roland Emmerich che ha pensato bene di cavalcare a spron battuto l’onda del millenarismo da veggenti della domenica pomeriggio.

Comunque gli scienziati in questione in un articolo apparso sull’Australian ne hanno un pò per tutti, tra i film nella lista nera ci sono anche Il 6° giorno di Roger Spottiswoode a base di Schwarzenegger clonati e il già citato Armageddon, ma nessuno dei due a detta del team di menti eccelse è lontanamente paragonabile alle assurdità messe in fila dal film di Emmerich.

Insomma sembra proprio che questa imminente scadenza mistico-apocalittica con un pizzico di modaiola numerologia proprio non vada giù a chi vive di fatti e prove scientifiche e come non dargli torto visto anche il baraccone mediatico messo su in tempi decisamente sospetti da sedicenti esperti spuntati come funghi allucinogeni.

Comunque nell’articolo non ci sono solo bocciature per la fantascienza in celluloide, nella lista dei buoni vengono promossi cult come il Blade Runner di Ridley Scott a base di replicanti, filosofia e noir e l’inquietante universo eugenetico dell’intrigante Gattaca-La porta dell’universo di Andrew Niccol e qui è innegabile che siamo di fronte ad un bel paio di incontestabili dati di fatto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>