I bruttissimi, Showgirls

di Redazione 4

Oggi per I bruttissimi ci occupiamo di un altro film che ha sbancato i Razzies nel 1995 inanellando una sequela di riconoscimenti veramente impressionante tra cui quello di peggior film degli anni ’90!

Stiamo parlando di Showgirls, film che esplora il filone erotico-danzereccio senza un minimo di intreccio significativo e puntando tutto su coreografie da strip-club e bellezze dalle gambe chilometriche.

Il regista Paul Verhoeven prosegue sul filone glamour-erotico e dopo Basic Istinct gira questo pasticcio insignificante che ha forse  nei numeri musicali l’unica nota positiva.

Nomi Malone (Elizabeth Berkley), arriva a Las Vegas, senza casa, senza soldi e senza un lavoro, ma per lei sarà l’inizio di un’avventura alla Saranno famosi che la porterà a diventare la stella dello Stardust il locale più in di Las Vegas, ma la fama e il successo hanno sempre un prezzo da pagare…

Sceneggiatura risibile, dialoghi da soap-opera, e una bella protagonista spaesata proveniente dalla tv alla sua prima esperienza sul grande schermo. Showgirls è una versione al femminile dello Staying Alive di sylvester stallone se possibile ancor piu edulcorata, insomma un bel flop per il regista di Atto di forza e Robocop.

I premi raccimolati dal film di Verhoeven:

Peggior film dell’anno (1995)

Peggior attrice protagonista (Elizabeth Berkley)

Peggior regista (Paul Verhoeven)

Peggior coppia (in quest’occasione il premio è stato ampliato a tutto il cast!)

Peggior canzone originale (Walk into the wind)

Peggior attrice esordiente (Elizabeth Berkley)

Premio speciale: Peggior film degli anni ’90

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>