Gabriele Muccino contro la movida con una foto sui social, ma c’è chi parla di fake

di Kino Commenta

L’accusa di Gabriele Muccino contro la movida esplosa in Lombardia con Milano epicentro degli assembramenti 2.0 è sulla bacheca di tutti. Il regista di Sette Anime, infatti, ha pubblicato sui social un’istantanea che mostra una via del capoluogo lombardo costellata di persone, alcune delle quali senza la mascherina.

Il regista ha aggiunto la didascalia: “Milano, abbiamo un problema”, e se da una parte sono piovute le accuse contro il comportamento dei milanesi e dei lombardi tutti, dall’altra c’è chi accusa il regista di aver diffuso una fake news. Tra i commenti più inviperiti, infatti, c’è chi fa notare a Gabriele Muccino che nelle stesse ore in cui lui postava quella foto a Milano pioveva a dirotto.

Il regista ha poi postato la stessa foto su Instagram dove ha aggiunto la didascalia:

Milano ieri sera. Non si può più commentare col numero di contagi ancora oggi in crescita. Resta da far affidamento solo alla fortuna e alla divina provvidenza davanti a tanta assenza persino di spirito di sopravvivenza e di quella cosa nebulosa chiamata ‘ragione’.

Era marzo quando Gabriele Muccino aveva annunciato sui social l’intenzione di scrivere un film sul Coronavirus, e nell’annunciarlo aveva usato le parole Il Grande Caos. Per questo il regista aveva chiesto ai suoi follower di raccontare le proprie esperienze che sarebbero servite alla stesura della sceneggiatura. C’è chi sostiene, a tal proposito, che il post in cui Muccino prende di mira i milanesi possa far parte di una campagna di guerrilla marketing con il preciso intento di far parlare di sé e sollevare un polverone diradato il quale verrà fuori la vera intenzione del post.

In effetti il regista aveva risposto alle prime critiche in un’intervista rilasciata a Leggo:

Non ho paura dei detrattori: ci saranno, come sempre. Ma un regista deve saper leggere il presente. Rossellini ha fatto Paisà quando ancora avevamo i tedeschi dentro casa.

Tra i commenti più feroci, inoltre, c’è chi nel contesto dell’accusa di Gabriele Muccino contro la movida lamenta un eccessivo accanimento contro Milano e la Lombardia, specialmente da quella notte in cui tantissimi passeggeri avevano affollato la stazione centrale poco prima che il DPCM chiudesse i battenti a ogni spostamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>