Festa di Roma in chiusura: il bilancio della manifestazione

di Daniele Pace Commenta

Cleo ha vinto il Premio TIMVISION e Buio il Premio Raffaella Fioretta. Carlo Verdone ha consegnato il Premio Pietro Coccia per la fotografia a Tullio Trotta.

La Festa di Roma dedicata al cinema sta diventando un appuntamento di grande spessore e valore, e questa edizione ha portato nella capitale grandi film e grandi personaggi. Le premiazioni danno quel brivido in più alla manifestazione, ma è la dimensione che ha raggiunto l’appuntamento che più si evidenzia ormai, giunto al quattordicesimo anno.

Il bilancio

Alessandro Piva ha vinto, con Santa Subito, il premio BNL che racconta la storia di Santa Scorese. Per fare un bilancio della manifestazione intervengono il direttore Antonio Monda e la presidente Laura Delli Colli.

Per Monda:

“I numeri parlano da soli, al di là della qualità e della varietà, che è poi il segreto di questa edizione, gli incassi sono aumentati del 18%, biglietti venduti del 10 per cento, gli accrediti del 13 per cento. Tutti i numeri sono positivi, il più clamoroso è il sito aumentato dell’86% in un anno per visualizzazione”.

Il direttore esalta gli ospiti della manifestazione, con ben 18 registe. La chiusura è stata tutta di Cristina Comencini, motivo di soddisfazione in più per Monda, oltre alla presenza di Bill Murray e Viola Davis. Nessun problema per chi non è venuto, perché, come sottolinea lo stesso direttore, il 92% dei film erano accompagnati dal regista.

Se gli chiedete qual è stato il suo film preferito per questa edizione, la risposta è Irishmen di Scorsese.

Parla anche Laura Delli Colli:

“I risultati hanno superato le attese. Bill Murray è scomparso due giorni prima dell’arrivo, si è scoperto che è venuto su un pullman con la moglie di Wes Anderson, Roman Coppola, che non sapevamo che venisse, come pure Frances McDormand”.

Il pubblico ha risposto comunque in modo molto positivo, segnando il tutto esaurito per Tornare, Downton Abbey e Irishman, e bene sono andati gli incassi in generale.

Solo per i giovani registi si è registrato un aumento del 26% dei biglietti staccati, mentre il premio per il miglior film è andato a The Dazzled di Sarah Suco. Per la regia, premio a Lorenzo Mattotti per La famosa invasione degli orsi in Sicilia, e Son Mother ha preso il premio speciale.

Cleo ha vinto il Premio TIMVISION e Buio il Premio Raffaella Fioretta. Carlo Verdone ha consegnato il Premio Pietro Coccia per la fotografia a Tullio Trotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>