Fantasy Horror Award 2011, ad Orvieto la seconda edizione

di Pietro Ferraro 1

Dopo l’ottimo riscontro avuto con la prima edizione, ad Orvieto il prossimo 3 giugno riapre i battenti il Fantasy Horror Award che in un’intensa tre giorni ricca di proiezioni, ospiti ed anteprime farà la gioia dei molti cultori e fan del cinema fanta-horror a cui la rassegna laziale è interamente dedicata, con digressioni nel mondo della musica, del fumetto, della letteratura, della tv e da quest’anno anche dei videogames.

Tra le novità di questa edizione oltre ad un incremento nelle sponsorizzazioni di alto profilo ci saranno alcuni cambiamenti tra cui una votazione on line per il miglior film aperta a tutti gli utenti web e un premio della giuria ancora in fase di allestimento, senza dimenticare l’evento Dark Night, serata speciale in costume dedicata all’immancabile fenomeno Cosplay che ormai conta in italia schiere di  appassionati.

Trenta proiezioni in tre giorni con oltre 40 guest star che oltre agli italiani Lamberto Bava, Ruggero Deodato e Claudio Simonetti comprenderanno il produttore e regista della Troma Lloyd Kaufman, il regista tedesco Uwe Boll famoso e famigerato per i suoi adattamenti da videogames, l’attore Bill Moseley nel curriculum Non aprite quella porta 2 e noto per la serie di film girati con Rob Zombie, era Otis sia ne La casa dei 1000 corpi che ne La casa del diavolo e infine l’attrice Dee Wallace, la mamma di Elliott in E.T.-L’extraterrestre protagonista tra l’altro di classici come Cujo, L’ululato e Le colline hanno gli occhi.

Segnaliamo infine che tra i film proiettati alla rassegna ci sarà anche il thriller-horror di Edo Tagliavini Bloodline, vincitore di cinque riconoscimenti al Tenebria Film Festival 2010 tra cui miglior lungometraggio e miglior colonna sonora, il film racconta del reportage di due giornalisti su un set di un porno d’autore, già macabro teatro delle efferate gesta di un serial-killer noto come Il chirurgo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>