Chandni Chowk to China: dall’India con furore

di Redazione Commenta

La leggenda narra di un prescelto che dovrà combattere le forze del male, e come il maestro di Kung fu panda ha imparato a proprie spese, il bene e la purezza si celano quasi sempre nel cuore di un ragazzone impacciato e inconsapevole.

E questo sembra il caso del cuoco indiano Skihu (Akshay Kumar) che vive e lavora in India, che si rivela  essere nientemeno che la reincarnazione di un potente guerriero cinese, e dopo aver percorso il lungo e tortuoso sentiero della consapevolezza si lancia al salvataggio della Cina, e in quel di Shangai, dovrà affrontare non pochi ostacoli per raggiungere l’illuminazione e sconfiggere le forze del male, dimenticavo il tutto a tempo di musica!

Chandni Chowk to China è il primo Kung fu-musical-movie totalmente made in Bollywood, infatti questo divertentissimo musical a base di arti marziali e commedia demenziale sfrutta tutto il potenziale cinematografico e musicale delle produzioni indiane.

Il regista Nikhil Advani si diverte a ironizzare su tutti i tipici clichè del genere Kung fu, aggiungedovi la verve musicale indiana che che si fa subito notare con una strepitosa colonna sonora che spazia tra i generi musicali etnici e non, orientalizzandoli piacevolmente.

Questo vero e proprio kolossal non è da sottovalutare perchè ben miscela diversi stili cinematografici affinandoli e rendendoli estremamente appetibili ad una vasta platea, potenzialità colta al volo dalla major Warner Bros che oltre a co-produrre la pellicola si occupa della distribuzione a livello internazionale.

Un consiglio, tenetela d’occhio, questa stravagante pellicola potrebbe riservare non poche piacevoli sorprese. Ed ora le brutte notizie, la data di uscita annunciata è stata unica, il 16 Gennaio 2009, in contemporanea mondiale, ma qui in Italia non si hanno ancora notizie in merito, un vero peccato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>