Cannes 2012: oggi il Reality di Matteo Garrone, ieri applausi per Ruggine e ossa

di Pietro Ferraro Commenta

Terza giornata sulla Croisette per la sessantacinquesima edizione del Festival di Cannes. Dopo la tiepida accoglienza della stampa per il film d’apertura Moonrise Kingdom dell’americano Wes Anderson, ieri applausi per lo struggente Ruggine e ossa del francese Jaques Audiard in cui la fascinosa Marion Cotillard, che si pone in pole postion per la miglior performance femminile, interpreta un ex-addestratrice di orche che ha perduto le gambe durante uno spettacolo.

Oggi come di consueto due le proiezioni in concorso, in mattinata tocca all’unico italiano in competizione, il regista Matteo Garrone (Gomorra) che presenta Reality viaggio nell’effimero mondo del piccolo schermo:

Luciano è un pescivendolo napoletano che integra il suo modesto reddito con qualche truffa orchestrata con la moglie Maria. Luciano è un ragazzo simpatico e divertente e non perde occasione per esibirsi per i suoi clienti e innumerevoli parenti. Un giorno la sua famiglia lo spinge a fare un provino per il Grande Fratello. Inseguendo questo sogno la sua percezione della realtà comincerà a cambiare.

Note: la colonna sonora del film è del francese Alexandre Desplat nominato recentemente agli Oscar per le musiche del dramma biografico Il discorso del re.

Secondo film in concorso di oggi Paradise Liebe del regista austriaco Ulrich Seidl che pone l’accento sul turismo sessuale al femminile:

Sulle spiagge del Kenya sono note come “Sugar mamas”: le donne europee che cercano i ragazzi africani che vendono amore per guadagnarsi da vivere. Teresa, una donna austriaca cinquantenne, si reca in vacanza in questo paradiso. “Paradise: Liebe” parla di donne mature e giovani uomini, d’Europa e Africa, e degli sfruttati, che finiscono per sfruttare gli altri. Il film di Ulrich Seidl è  una trilogia che arcconta di tre donne, tre vacanze e tre storie odierne sul desiderio di trovare la felicità.

Note: la sua ultima partecipazione al festival risale al 2007 con il lugometraggio Import/Export.


Chiudiamo con la sezione Un Certain Regard, dopo la vittoria al Sundance Film Festival anteprima europea per l’americano Beasts of the Southern Wild di Benh Zeitlin, storia di una ragazzina di sei anni che vive con il padre in una comunità isolata ai margini del mondo e gli eventi speciali delal giornata che oggi prevedono in cartellone la premiere per Madagascar 3: ricercati in Europa, il sequel della Dreamworks Animation approda sulla Croisette in anteprima mondiale con data di uscita italiana fissata per il 22 agosto e il britannico Mekong Hotel diretto dal filmaker tailandese Apichatpong Weerasethakul:

Mekong Hotel è il ritratto di un albergo vicino al fiume Mekong, nel nord-est della Thailandia. Il fiume segna il confine tra Thailandia e Laos. Nelle camere da letto e terrazze, Apichatpong si cimenta con la sua troupe in un film che ha scritto anni fa, chiamato Ecstasy Garden. Il film mescola mondi diversi, realtà e finzione, esplorando il legame tra due vampiri madre e figlia, giovani amanti e il fiume. Mekong Hotel è stato girato al momento delle devastanti inondazioni che hanno colpito la Thailandia e quindi parla anche di distruzione, politica e un sogno alla deriva nel futuro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>