Cannes 2012: oggi i gangster di Lawless e Dracula 3D, ieri applausi per Matteo Garrone

di Pietro Ferraro Commenta

Quarta giornata per il Festival di Cannes 2012, ieri ottima accoglienza per la prima stampa del Reality di Matteo Garrone, unico titolo italiano in concorso in questa sessantacinquesima edizione della prestigiosa kermesse d’oltralpe. Applausi in egual misura tra pubblico e critica per Garrone che esplora il degrado culturale italiano con ironia e un cast di attori poco noti, tra cui spicca il protagonista Aniello Arena che sta attualmente scontando l’ergastolo nelle carceri di Volterra.

Oggi in concorso le consuete due proiezioni quotidiane, apre le danze stamattina l’americano Lawless, il nuovo film di John Hillcoat che dopo l’odissea post-apocalittica di padre e figlio nel cupissimo The Road, stavolta racconta le peripezie criminali di tre fratelli contrabbandieri (Shia LaBeouf, Tom Hardy e Jason Clarke) durante il Proibizionismo:

Lawless è la vera storia dei famigerati fratelli Bondurant, fratelli che hanno fatto del contrabbando una corsa per il sogno americano nell’era del Proibizionismo in Virginia. In questa storia epica di gangster, ispirata a fatti veri e e storie di famiglia raccontate dallo scrittore Matt Bondurant nel suo romanzo “The Wettest County In The World”, la lealtà dei tre fratelli viene messa alla prova sullo sfondo dell’ondata di criminalità più famosa della nazione.

Note: il cast include anche Guy Pearce, Gary Oldman, Mia Wasikowska e Jessica Chastain. La colonna sonora è a cura del cantautore australiano Nick Cave.

Secondo film in concorso quest’oggi Dupa Dealuri (Beyond The Hills) del regista romeno Christian Mungiu:

Alina torna in Romania dalla Germania sperando che Voichita, l’unica persona al mondo che ama e dalla quale è stata amata torni da lei, ma Voichita ha trovato Dio e Dio è il più difficile degli amanti di cui essere gelosi.

Note: Cristian Mungiu torna in concorso a Cannes per la quarta volta dopo aver vinto la Palma d’oro nel 2007 con il dramma 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni.

Per quanto riguarda gli eventi speciali, oggi è la giornata, anzi la nottata del Dracula 3D di Dario Argento che debutterà in una speciale proiezione notturna e dell’australiano The Sapphires di Wayne Blair che racconta di come l’iconico 1968 cambiò per sempre le vite di quattro giovani bellissime donne provenienti da una remota missione aborigena.

Chiudiamo con la prestigiosa sezione Un certain regard che ospita Antiviral, debutto alla regia di Brandon Cronenberg:

Syd March è un dipendente che lavora presso una clinica che vende iniezioni di virus raccolti da celebrità malate a fan ossessionati. La comunanza biologica per un prezzo. Syd fornisce anche campioni illegali di questi virus a gruppi fuorilegge che li contrabbandano dalla clinica nel proprio corpo. Quando si infetta con la malattia che uccide la super diva Hannah Geist, Syd diventa un bersaglio per collezionisti e fan rabbiosi. Egli deve svelare il mistero che circonda la sua morte prima di subire la stessa sorte.

Note: Brandon Cronenberg è il figlio del cineasta di culto David Cronenberg, anch’egli presente al festival con Cosmopolis, pellicola in concorso nella Selezione ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>