Quel giorno tu sarai, il nuovo film prodotto da Martin Scorsese

Quel giorno tu sarai
Quel giorno tu sarai: il film

Il 27 gennaio 2022, in occasione del Giorno della Memoria, nelle sale cinematografiche italiane, sarà protagonista “Quel giorno tu sarai”, un film prodotto da Martin Scorsese. Il film rappresenta il ritorno di una diade: Kata Weber, che ha curato la sceneggiatura del film e Mundruczo Weber, a cui è stata assegnata la regia. In passato, il tipo di lavoro condotto dai Weber è stato acclamato con successo; questo film, rappresenta un ritorno, e una scelta, allo stesso tempo, di due autori che raccontano le storie in modo assolutamente particolare: un’analisi del tempo, del ricordo, che è assoluta, senza fronzoli, pulita.

 

Il film, racconta di tre generazioni, che portano il marchio della Shoah: nel tessuto genetico di questa famiglia, è scritta la sofferenza del passato, di Eva, nata in un campo di concentramento, che è poi cresciuta e ha avuto una figlia, che le ha dato un nipote, Jonas. In modo diverso, questi personaggi, vivono e rivivono il dramma del loro passato, il dramma di essere dei sopravvissuti, in modi diversi. Il film, è ambientato nella Berlino moderna, ma torna indietro al passato, un passato che non può essere dimenticato e che in ogni momento, torna ad influenzare il presente. Il film, è liberamente ispirato a fatti realmente accaduti. E’ stato lungamente applaudito al Festival di Cannes 2021, ed è candidato all’Oscar.

 

E’ dunque, questo un altro capolavoro di due menti eccelse, che riportano sul grande schermo un film di spessore, di verità. Un film per molti aspetti amaro, ma comunque molto forte e di grande impatto. Quel giorno tu sarai, è un film sulla memoria e sull’identità. La sceneggiatrice ed il regista, raccontano di essersi ispirati a fatti personali della vita delle loro famiglie, e a diversi testi, che raccontano delle realtà scioccanti, che andrebbero conservate a tutti i costi. Quella generazione, è quasi scomparsa, per cui diventa urgente e necessario effettuare un percorso, attraverso i loro racconti nel passato. Per tenere viva la memoria, ma anche per capire attraverso il racconto in che modo quegli eventi della Shoah, hanno influenzato le generazioni successive.

I bambini vivi che vengono trovati mentre vengono ripuliti i campi di concentramento, sono un esempio di come il miracolo si è compiuto all’epoca e di come però questo miracolo, ha cambiato la vita a diverse altre persone, tramandando il dolore, di generazione in generazione. Il film è una pellicola diversa, costruita attraverso lunghi piano sequenza, che si intrecciano le une con le altre, dando al film un senso di continuità, sia nella storia che nella struttura.

 

 

 

Paolo Sorrentino nella giuria del Festival di Cannes 2017

Annunciati i nove giurati della settantesima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Cannes, o in breve Cannes 70, in programma dal 17 al 22 maggio 2017, che affiancheranno il presidente di giuria: il regista spagnolo Pedro Almodóvar; tra i prescelti troviamo anche il regista italiano Paolo Sorrentino.

Tutto pronto per il Festival di Berlino

Sanremo rappresenta la musica. Berlino, come Venezia, rappresenta il cinema. Coincidenze, tra le due kermesse che quest’anno prendono il via a pochi giorni di distanza, ce ne sono. In entrambi i casi, infatti, siamo giunti all’edizione numero sessantasei.

Cannes 2015: Joel e Ethan Coen co-presidenti di giuria

I fratelli Joel e Ethan Coen saranno co-presidenti di giuria al 68° Festival di Cannes. Questo è quanto hanno annunciato gli organizzatori, mentre per conoscere tutti i nomi di quanti comporranno l’intera giuria bisognerà attendere i mese di aprile.

Cannes 2014: la lineup della Settimana della Critica

Film di genere per la Settimana della Critica di questo Festival di Cannes 2014. E questo grazie a titoli come “When Animals Dream” del regista danese Jonas Alexander Arnby e “It Follows” dell’americano David Robert Mitchell.

settimanacriticacannes

Festival di Cannes 2014: tutti i titoli

Qualche sorpresa c’è stata, così come pure qualche conferma. Questo è ciò che emerge dall’annuncio dei film, avutosi oggi 17 aprile, che saranno presentati a questa 67esima edizione del Festival di Cannes (dal 14 al 25 maggio).

cannes2014

Possiamo dire con un certo orgoglio, che in concorso ci sarà anche Alice Rohrwacher, con il suo “Le meraviglie”. Ci aspettavamo di vedere questo film nella sezione Un Certain Regard, dove invece troviamo un’altra italiana, Asia Argento, con il film “Incompresa“.

Festival di Cannes 2014: il toto-film

A più o meno un paio di settimane dalla conferenza stampa del 17 aprile, quando scopriremo i film in concorso e non, e tutte le novità di Cannes 2014, proviamo a fare qualche previsione. Certo, senza conoscere i titoli candidati e quant’altro, l’impresa è un po’ ardua, ma fare qualche supposizione non costa nulla.

Il programma del Festival di Cannes: l’Italia tifa per Sorrentino

L’edizione numero 66 di uno dei Festival più prestigiosi per quanto concerne la settima arte, è alle porte. Presentato in conferenza stampa il programma, completo di eventi speciali, film in apertura e chiusura e film in concorso. Sorrentino e Servillo rappresentano il Belpaese con “La grande bellezza”.

la grande bellezza

Cannes 2012, vincitori: Palma d’oro Amour di Michael Aneke, Premio della giuria a Reality di Matteo Garrone

Assegnati i premi della sessantacinquesima edizione del Festival di Cannes, come da pronostici il favorito Michael Haneke con Amour conquista la Palma d’oro per il miglior film, a Matteo Garrone unico italiano in concorso va il premio della giuria per Reality, il miglior regista è il messicano Carlos Reygadas con il provocatorio Post tenebras lux, mentre la miglior performance maschile è quella di Mads Mikkelsen in Jagten (The Hunt). Dopo il salto trovate la lista completa dei premiati.