Al cinema dal 1° giugno: Lorax – Il guardiano della foresta, Killer Elite, Attack the Block – Invasione aliena, Viaggio in Paradiso, Marilyn, Love and Secrets, La guerra è dichiarata, Il Mundial dimenticato, Margaret

di Redazione 1

Primo Weekend di giugno ricco di uscite con in pole position, per quanto riguarda il podio degli incassi, il cartoon in 3D Lorax – Il guardiano della foresta che in America ha sbancato il box-office, seguito a ruota dall’action-thriller Killer Elite che vede un cast piuttosto appetibile con l’inedita accoppiata Jason Statham-Robert De Niro. Il resto delle uscite includono il crime-thriller Viaggio in Paradiso con Mel Gibson, il biografico Marilyn con la candidata agli Oscar Michelle Williams, il pluripremiato action-fantascientifico Attack the Block – Invasione aliena (in sala già da mercoledì), il thriller americano basato su un fatto di cronaca Love and Secrets, il dramma francese La guerra è dichiarata, l’indipendente Margaret con Anna Paquin e Matt Damon e il documentario sportivo italiano Il Mundial dimenticato transitato a Venezia.

The Lorax – Il guardiano della foresta (animazione di Chris Renaud e Kyle Balda con le voci di Danny DeVito e Marco Mengoni): L’avventura animata segue il viaggio di un ragazzo e la sua ricerca dell’unica cosa che riuscirà a fargli conquistare l’attenzione della ragazza dei suoi sogni. Per scovarla dovra’ scoprire la storia di Lorax, la brontolona e magica creatura che lotta per proteggere il suo mondo. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Killer Elite (azione, thriller di Gary McKendry con Jason Statham, Robert De Niro, Clive Owen, Yvonne Strahovski, Dominic Purcell, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Grant Bowler): Danny è un killer e, insieme al suo mentore e amico Hunter e ad un ristretto gruppo di fedelissimi, uccide su commissione. Ormai stanco della sua spietata professione di mercenario, Danny si ritira in luogo privato, lontano dalle brutalità commesse e alla ricerca di una serenità mai avuta precedentemente. Quando però scopre che Hunter è prigioniero del sultano dell’Oman, abbandona tutto per salvarlo. Il costo della vita dell’amico è molto alto. Per liberarlo, infatti, dovrà accettare un compito molto difficile: vendicare la morte dei figli del sultano, uccisi per mano di alcuni ex membri dei SAS (Servizi Aerei Speciali Britannici) durante la segreta Guerra dell’Oman. L’impresa si complica ulteriormente quando Danny scopre che i suoi bersagli sono protetti da una squadra clandestina di uomini spietati: i “Feather Men”. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Viaggio in paradiso (azione, thriller di Adrian Grunberg con Mel Gibson, Peter Stormare, Scott Cohen, Bob Gunton, Dean Norris, Patrick Bauchau, Stephanie Nicole Lemelin, Gustavo Sánchez Parra, Sofía Sisniega, Daniel Giménez Cacho): Driver sta cercando di passare il confine messicano a bordo di un’auto piena di soldi sporchi quando viene arrestato dalla polizia. Sa bene che per lui si aprono le porte di un carcere da incubo dove imparerà a sopravvivere anche grazie all’inaspettato aiuto di un bambino di nove anni che nasconde un terrificante segreto…

Marilyn (drammatico, biografico di Simon Curtis con Michelle Williams, Kenneth Branagh, Julia Ormond, Eddie Redmayne, Dougray Scott, Judi Dench, Pip Torrens, Emma Watson): Nel 1956, fresco di studi compiuti in scuole come Eton e Oxford, Colin Clarke lavorava come assistente di Sir Lawrence Olivier sul set del film Il principe e la ballerina, nel quale Marilyn Monroe – appena sposatasi con Arthur Miller – recitava al fianco del grande attore inglese. Clark raccontò di quell’esperienza in un libro, tralasciando però di parlare di una specifica settimana che è invece al centro di My Week With Marilyn: una settimana in cui fu incaricato di prendersi cura dell’attrice che necessitava di un periodo di pausa per riprendersi dalle pressioni che sentiva sul set del film. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Attack the Block – Invasione aliena (azione, commedia, fantascienza di Joe Cornish con John Boyega, Alex Esmail, Franz Drameh, Leeon Jones, Simon Howard, Jodie Whittaker, Nick Frost, Luke Treadaway): Londra. Sam, un’infermiera tirocinante, sta tornando a casa dal lavoro quando viene aggredita e derubata da una banda composta da cinque giovanissimi teppisti incappucciati: Moses, Pest, Denis, Jerome e Biggz. La donna riesce a fuggire quando un meteorite si schianta su una macchina parcheggiata lì vicino. Incuriositi, i ragazzi si avvicinano alla carcassa dell’automobile e, con grande sorpresa, vengono aggrediti da un piccolo alieno. Per nulla intimoriti, i cinque giovani si lanciano all’inseguimento della creatura e la uccidono. Dopo averla trascinata in giro per il quartiere come un trofeo di guerra decidono di nasconderla nell’appartamento di Ron, uno spacciatore che vive nel loro stesso caseggiato e che ha creato una piccola coltivazione di cannabis in un appartamento abbandonato agli ultimi piani del palazzo. Mentre Sam e la polizia danno la caccia alla banda, una seconda ondata di meteoriti si abbatte sul quartiere: è un’invasione aliena in piena regola. Convinta di una facile vittoria contro creature così deboli, la gang impugna le armi, inforca le proprie bici e gli scooter e si prepara alla caccia. Ma questa volta le creature sono più grandi e molto più pericolose. LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Love and Secrets (drammatico di Andrew Jarecki con Ryan Gosling, Kirsten Dunst, Jeffrey Dean Morgan, Frank Langella, Kristen Wiig, Philip Baker Hall, Diane Venora, John Doman, Trini Alvarado, Lily Rabe, Nick Offerman): New York, anni 80. David, figlio di una grande dinastia di immobiliari s’innamora follemente di Katie e la sposa. La vita della coppia sembra perfetta fino al giorno in cui David comincia a dare segni di cambiamento. Poco tempo dopo Katie scompare misteriosamente senza lasciare traccia. Qualche anno più tardi, un detective della polizia e un reporter decidono di riaprire il caso. David diventa il sospettato principale e poco a poco iniziano a venire a galla i segreti dell’impero immobiliare di famiglia… LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA

La guerra è dichiarata (drammatico di Valérie Donzelli con Valérie Donzelli, Jérémie Elkaïm, Brigitte Sy, Michèle Moretti, Elina Löwensohn, Philippe Laudenbach, Bastien Bouillon): Quando al piccolo Adam viene diagnosticato un tumore al cervello, Roméo e Juliette si uniscono nella lotta per la sua sopravvivenza.

Margaret (drammatico di Kenneth Lonergan con Anna Paquin, Matt Damon, Jean Reno, Kieran Culkin, Matthew Broderick, Mark Ruffalo): La studentessa diciassettenne Lisa Cohen ha assistito, ed involontariamente causato, ad un incidente stradale a Manhattan, dove una donna è stata investita da un autobus. Già in preda ai turbamenti adolescenziali, Lisa si ritrova a vivere i sensi di colpa e le frustrazioni degli ultimi eventi, rimanendo coinvolta, in quanto testimone, di una causa contro il conducente dell’autobus.

Il Mundial dimenticato (documentario di Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni con Sergio Levinsky, Marcelo Auchelli): La storia prende inizio con il ritrovamento di un misterioso scheletro vicino ad una macchina da presa negli scavi paleontologici di Villa El Chocòn, nella Patagonia Argentina. Le indagini svelano che i resti umani appartengono a Guillermo Sandrini, cineoperatore argentino di origini italiane, ex fotografo di matrimoni e inventore per hobby, ingaggiato per “filmarei Mondiali in modo memorabile e rivoluzionario”. La bobina contenuta nella macchina da presa di Sandrini promette di svelare la verità sul risultato della finale del Mundial dimenticato, che sarebbe stato organizzato dal ricchissimo ed eccentrico Conte Vladimir Von Otz nel luogo del pianeta più lontano dalla guerra. Il più esperto ricercatore sul tema, il giornalista argentino Sergio Levinsky, fa da guida in un’inchiesta che attraversa l’America Latina e l’Europa. Le suggestioni di immagini d’archivio inedite e spettacolari e di una ricca documentazione (fotografie, giornali locali, lettere, diari privati) si alternano a numerose interviste che coinvolgono sia i pochi appassionatitestimoni diretti, sia personalità della cultura e del calcio (Gary Lineker,Roberto Baggio, João Havelange, Darwin Pastorin, Pierre Lanfranchi, OsvaldoBayer, Victor Hugo Morales). Mentre il mondo civilizzato è ingoiato dalla ferocia della II Guerra Mondiale, dodici squadre si sfidano per conquistare la Coppa Rimet, stranamente riapparsa in Patagonia. Formazioni composte da pochi giocatori professionisti mescolati amigranti di mezzo mondo, operai e minatori, ingegneri ed ex cercatori d’oro,acrobati del circo e rivoluzionari in esilio, soldati nazisti e indiosmapuches. Chi vinse il misterioso Mundial? Perchè da allora non se n’è più parlato?

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>