Marilyn, recensione in anteprima di My week with Marilyn

di Pietro Ferraro 2

Fresco di laurea l’aspirante filmmaker Colin Clark (Eddie Redmayne) si reca a Londra per ottenere un lavoro nella nuova produzione di Laurence Olivier (Kenneth Branagh). Sarà Vivien Leigh (Julia Ormond), moglie dell’attore ad intercedere convincendo il marito a reclutare l’entusiasta e determinato giovane come terzo aiuto regista sul set de Il principe e la ballerina, che vedrà nel cast nientemeno che la favolosa star americana Marilyn Monroe (Michelle Williams) che di lì a qualche giorno arriverà sul set in compagnia del marito, il commediografo Arthur Miller (Dougray Scott). Iniziate le riprese la star piomberà sul set scombinando il programma con sistematici ritardi e mostrando un carattere volubile e una grande fragilità mista ad un talento innato, che nei pochi giorni buoni la farà letteralmente brillare davanti alla macchina da presa. Colin diventerà il confidente di Marilyn, sarà travolto dalla sua immensa tristezza e s’innamorerà della fragile donna prigioniera della star, trascorrendo con lei una settimana indimenticabile che anni dopo deciderà di raccontare in un libro.

Il regista e produttore britannico Simon Curtis, con all’attivo un solido curriculum televisivo si cimenta per la sua prima prova su grande schermo con l’adattamento delle memorie dello scrittore e filmmaker Colin Clark, che raccontano in due libri (The Prince, The Showgirl e Me and My Week with Marilyn) l’esperienza vissuta sul set del film Il principe e la ballerina diretto e interpretato nel 1957 da Sir Laurence Olivier.

La sceneggiatura dell’autore televisivo Adrian Hodges flirta amabilmente tra dramma e commedia con un’icona del cinema di sempre, sfoggiando un compiaciuto tocco squisitamente british. La performance di Michelle Williams è impressionante, a tal punto da aver provocato in noi un moto d’invidia verso il giovane e fortunato protagonista, l’attrice incarna alla perfezione quel mix di sex-appeal. carisma, insicurezza e disperante fragilità che hanno trasformato la Monroe in una leggenda.

My Week with Marilyn punta su una sorprendente leggerezza di fondo che unita ad una messinscena brilante, un cast stellare e soprattutto ad un palpabile amore per il cinema e il grande lavoro che vi si cela dietro, riesce a trasmettere un genuino entusiasmo per il grande schermo nella sua dualità sia di fabbrica di sogni che di confortanti illusioni.

Nelle sale a partire dal 1° giugno 2012

Note di produzione: nel cast figurano anche Dominic Cooper, Dougray Scott, Judi Dench ed Emma Watson, quest’ultima nota per il ruolo di Hermione Granger nella saga di Harry Potter. Il film è stato girato presso i celebri Pinewood Studios di Londra stessa location utilizzata da Laurence Olivier per girare Il principe e la ballerina. Michelle Williams per la sua performance ha ricevuto nomination agli Oscar e ai BAFTA come miglior attrice protagonista ed è stata premiata con un Golden Globe come miglior attrice in un musical o commedia. Durante i casting candidate al ruolo della Monroe insieme alla Williams c’erano Scarlett Johansson, Kate Hudson ed Amy Adams.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>