Zemeckis, Yellow Submarine e i Beatles in 3D

di Pietro Ferraro 1

Il regista Robert Zemeckis, che prima di lanciarsi nel cinema hi-tech e 3D di ultima generazione ci ha regalato gioielli come la trilogia di Ritorno al futuro e Forrest Gump, continua il suo percorso a base di tecnologia e animazione proponendo il remake di un grande sucecsso targato Beatles, il cartoon musicale Yellow Submarine.

I Beatles grazie alla loro versatilità e la capacità mediatica dopo due film A Hard Day’s Night/Tutti per uno ed Help!/Aiuto!, quest’ultimo punto di riferimento per il cinema musicale, nel 1968 sfornano questo surreale esperimento che nonostante la singolarità dello stile grafico e della sceneggiatura, divenne un grande successo e stabilì una tappa fondamentale per il cinema d’animazione.

Questo cartoon psichedelico con inserti vivisi ispirati a Surrealismo e Pop Art, e una girandola di situazioni fiabesche e surreali verrà riportato sul grande schermo con il supporto produttivo degli studi Disney e della Imagemovers.

Zemeckis sembra il più idoneo a gestire un’operazione del genere visti i suoi trascorsi con tecniche come il performing capture e il Real 3D, anche se sarà decisamente difficile riproporre ad un nuovo pubblico una serie di suggestioni visive e di messaggi che sono parte integrante di un’epoca ben precisa e che di ipertecnologico hanno ben poco, infatti all’epoca questo film era in netta contrapposizione con i prodotti classici d’animazione in auge tra gli spettatori, tra cui i cartoon Disney, major che ora si trova addirittura tra i produttori del progetto.

Zemeckis metterà mano alla sceneggiatura originale considerata all’epoca l’unico vero punto debole dell’operazione, ad interpretare il quartetto di Liverpool Dean Lennox Kelly (John Lennon), Peter Serafinowicz (Paul McCartney), Cary Elwes (George Harrison) e Adam Campbell (Ringo Starr).

La storia ci racconterà di Pepelandia (Pepperland) un paradiso sottomarino ricco di colori, musica, allegria finito sotto il giogo dei biechi Blu che ne pietrificano la popolazione, tranne il giovane Fred che con un sottomarino raggiungera Liverpool e chiederà ai Beatles e alla loro musica di sconfiggere gli invasori, e riportare il suo paese allo splendore originale. I Fab Four accettata la misione e solcati i sei mari che li dividono da Pepelandia, metteranno fine alla dittatura che abolisce l’amore e riporteranno luce e colori nel magico regno.

Immagini e musica naturalmente saranno i padroni della scena, la colonna sonora in particolare rispettando l’originale proporrà 16 pezzi, tra cui classici di sempre come Lucy in the sky with diamonds, All  you need is love e With a little help for my friends.

Il nuovo Yellow Submarine 3D firmato Zemeckis dovrebbe essere pronto per uscire in sala in concomitanza con le Olimpiadi londinesi del 2012.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>