Una notte da leoni 3 sarà ambientato in Messico, Lionsgate blocca il remake di Dirty Dancing, Damon Lindelof riscrive World War Z, le riprese del reboot TMNT entro la fine dell’anno?

di Pietro Ferraro Commenta

A gennaio il regista Todd Phillips e gli attori Bradley Cooper, Zach Galifianakis, Ed Helms e Justin Bartha hanno confermato il loro ritorno per un capitolo conclusivo del franchise campione d’incassi Una notte da leoni. Pochi mesi dopo tutti gli accordi sono stati siglati, con una data di inizio riprese fissata per il prossimo settembre e un’uscita nelle sale prevista per il 24 maggio 2013.

Sino ad ora pochissimi e non confermati i dettagli filtrati sulla trama di questo secondo sequel, tra cui una dichiarazione di Galifianakis che ha suggerito che il nuovo film avrebbe visto i ragazzi organizzare un piano di evasione per far uscire Alan da un ospedale psichiatrico. Ora il sito Collider via The Film Stage suggerisce che il film potrebbe includere un ritorno della banda a Las Vegas, ma anche una puntatina in Messico e più precisamente a Tijuana. A supporto della notizia ci sono anche il Toronto Sun e il Las Vegas Sun che sostengono che Una notte da leoni 3 si svolgerà principalmente a Tijuana con l’aggiunta di scene girate a Las Vegas e Los Angeles.

Collider via Deadline riporta che Lionsgate ha deciso di mettere il loro remake di Dirty Dancing in stand-by per un altro anno. A quanto pare la causa del ritardo sarebbe dovuta a problemi di casting. E’ possibile che il regista Kenny Ortega (High School Musical) abbia già messo gli occhi su un paio di attori che però non saranno disponibili per periodo di  tempo piuttosto lungo. Brad Falchuk, uno dei creatori e showrunner di Glee e American Horror Story, sta scrivendo la sceneggiatura e sembra che Ortega sia ancora a bordo. L’uscita è stata fissata per luglio 2013 e la colonna sonora del film includerà hit degli anni ’60, brani dalla colonna sonora dell’originale e nuove composizioni.

Collider via Heat Vision riferisce che il regista Marc Forster (Quantum of Solace) ha reclutato lo sceneggiatore Damon Lindelof (Lost, Star Trek) per scrivere nuove scene per il suo apocalittico zombie-movie World War Z che a quanto pare necessiterà di ulteriori riprese. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Max Brooks e vede protagonista Brad Pitt nei panni di un dipendente delle Nazioni Unite che attraversa il pianeta in una corsa contro il tempo per fermare una pandemia zombie, che dopo aver sconfitto eserciti e fatto collassare governi, ora  minaccia di decimare l’umanità stessa. Le riprese hanno avuto luogo lo scorso anno in varie location europee, con la Paramount che sta valutando la possibilità di trasformare il film nel primo capitolo di una potenziale trilogia.

Lo scorso marzo è stato annunciato uno slittamento della data di uscita del film da dicembre 2012 al 21 giugno 2013. Secondo la fonte World War Z avrebbe bisogno di nuove riprese della durata di sei o sette settimane e questo sembrerebbe un campanello di allarme per un film in evidente debito di ossigeno. Il lavoro di riscrittura di Lindelof, che ricordiamo a sceneggiato il Prometheus di Ridley Scott, si dovrebbe concentrare principalmente sul terzo atto del film, che a quanto si dice sembra avere urgente bisogno di un intervento. E’ dello sceneggiatore Matthew Michael Carnahan (State of Play) l’adattamento iniziale del romanzo di Brooks.

Movieweb ci aggiorna sullo sviluppo di TMNT, il reboot live-action con protagoniste le amatissime Tartarughe Ninja. Lo scorso marzo la Paramount ha annunciato il 25 dicembre 2013 come data di uscita ufficiale e a quanto pare secondo una notizia circolata in queste ultime ore le riprese del film dovrebbero iniziare a Vancouver entro la fine di quest’anno.

Secondo la fonte le riprese potrebbero iniziare o alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, anche se nessuno dei due periodi è stato confermato. Il progetto è stato al centro di un’accesa polemica che ha scatenato un’orda di fan inferociti quando a marzo è stato rivelato che i nuovi personaggi avranno origini aliene, a differenza delle tartarughe mutate dei fumetti originali, anche se in seguito regista e produttori hanno spiegato che nei fumetti il liquame radioattivo che trasforma le tartarughe è in effetti di origine aliena.

Jonathan Liebesman è stato designato alla regia con la sceneggiatura che è stata affidata a Josh Appelbaum e André Nemec (Mission Impossible – Protocollo fantasma). Michael Bay è a bordo come produttore con la sua Platinum Dunes. Le tartarughe saranno realizzate con la tecnica del motion-capture, la stessa utilizzata per L’alba del pianeta delle scimmie, reboot girato sempre a Vancouver.

(Photo Credits | Getty Images)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>