Tobin Bell: il successo di un enigma

di Redazione 1

Qualcuno lo conosce solo come il volto di John Kramer/Jigsaw, conosciuto in Italia come l’Enigmista. Effettivamente è quello il ruolo a cui lo associamo con più facilità negli ultimi anni, almeno per quel che riguarda il grande schermo. Il fatto è che Tobin Bell ne ha fatte veramente tante.

Tobin Bell è nato nel Queens nel 1942. Lo abbiamo visto micidiale, malato e poi addirittura come oggetto di un’esplicita autopsia nella saga Saw; il fatto è che un’autopsia dell’uomo Tobin Bell è un’impresa tutt’altro che agevole.

Bell è cresciuto nel Massachussets dove ha studiato presso la Boston University; si è formato niente meno che alll’Actors Studio di New York con Lee Strasberg. Da lì inizia una carriera molto lunga, che inizia a gran voce con Mississippi Burning – Le radici dell’odio (Mississippi Burning), diretto dal grande Alan Parker, per arrivare al futuro prossimo con Saw VI, già in programma, e Stalked, annunciato per il 2009.

Potrebbe aver ereditato parte del suo talento come attore dalla madre, l’attrice inglese Eileen Bell. La formazione ha tuttavia sicuramente aver avuto il suo peso, dato che oltre a Lee Strasberg è stato affiancato da Ellen Burstyn al New York’s Actor Studio, e da Sanford Meisner al Neighborhood Playhouse.

Tra i suoi hobby preferiti troviamo la chitarra, la fotografia della natura, e frequenti scalate sulle White Mountains nel New Hampshire. Tobin ha inoltre completato molti screenplay and stage play. E’ sposato, ha due figli, e passa il suo tempo tra New York e Los Angeles.

Con John Kramer potrebbe anche non aver ancora raggiunto il culmine della sua raffinatezza interpretativa, destinata sicuramente ad evolversi ancora, raffinatezza che trova un riscontro nel suo sapersi immergere in modo totale nella psiche dei personaggi da lui interpretati.

Il suo essere malvagio appare così naturale da dare l’inquietante impressione che stia interpretando se stesso. Dopo An Innocent Man, di Peter Yates del 1989, dedica i primi anni novanta a vari film che hanno colpito positivamente critica e pubblico.

Si tratta di successi come Quei bravi ragazzi (Goodfellas), diretto da Martin Scorsese, Il socio (The Firm), di Sydney Pollack del 1993, Nel centro del mirino (In the Line of Fire) di Wolfgang Petersen e Malice – Il sospetto (Malice), per la regia di Harold Becker.

Tutti film che abbiamo visto o di cui abbiamo sentito parlare. Bell nel fare il cattivo si esprime al massimo, e non sto parlando solo di Saw: pensate al ruolo che ha rivestito ne Il socio, per non parlare della parte di Unabomber nel film TV Unabomber: The True Story.

Tutta questa cattiveria gli ha portato nel 2006 una nomination per il “Miglior cattivo” negli MTV Movie Awards, e un premio nella analoga categoria ai Fuse Fangoria Chainsaw Awards.

Bell è un volto assolutamente noto anche per gli amaniti delle serie e dei film tv. Ha infatti partecipato nelle vesti di guest star in serie televisive come Seinfeld, The X-Files, Nikita, Stargate SG-1, The West Wing, Alias, I Soprano, NYPD Blue, e non dimentichiamoci di 24, che lo ha visto nuovamente nei panni del cattivo.

Come se non bastasse Tobin è apparso sui palcoscenici teatrali newyorkesi al New York Shakespeare Festival, al New York Public Theater, Ensemble Studio Theater, e al Playwright’s Horizons.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>