C’era una volta in America, Shall We Dance?, The Roommate. Il terrore ti dorme accanto, Case 39, Tata Matilda e il grande botto, Crossing Over, stasera in tv

Romanticoni d’Italia preparate i fazzoletti, perché questa sera il tema portante dei film in televisione sarà proprio l’amore. L’amore visto da due punti di vista diametralmente opposti: quello romantico di “Shall we dance?” e quello finito di cui ci parla Fausto Brizzi in “Ex“.

Shall we dance?” è dedicato a tutte le coppie di lunga data che iniziano a soffrire la monotonia del matrimonio. Protagonista della pellicola diretta da Peter Chelson è il fascinoso Richard Gere nei panni dell’avvocato John Clark, avvocato di grande successo che si iscrive ad un corso di ballo per movimentare la sua vita, fatta ormai di lavoro, della moglie Beverly (Susan Sarandon) e dei figli.

shall_we_dance_ver2

Shall we dance?, Nell’occhio del ciclone, Il segreto dei suoi occhi, Two Weeks Notice – Due settimane per innamorarsi, Il piccolo lord, A Civil Action, Red eye , Terapia d’urto, stasera in tv

Si preannuncia una serata ricca di bei film questa sera sulle reti televisive. In programma ci sono classici e film meno conosciuti, che vale la pena conoscere. I più noti? Su tutti menzioniamo e consigliamo Shall We Dance? e Il Piccolo Lord. Ma l’0fferta di questa sera, in verità, è molto molto più ampia e vale la pena approfondirla scoprendo cosa c’è sui vari canali.

SHALL WE DANCE? (Rai 2, ore 21.05)

NELL’OCCHIO DEL CICLONE (Rai 4, ore 21.13)

(Trailer non disponibile)

IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI (Rai Movie, ore 21.15)

TWO WEEKS NOTICE – DUE SETTIMANE PER INNAMORARSI (Canale 5, ore 21.11)

IL PICCOLO LORD (Rete 4, ore 21.10)

A CIVIL ACTION (Iris, ore 21.05)

RED EYE (La5, ore 21.10)

TERAPIA D’URTO (Cielo, ore 21.10)

Honey, recensione

honey []

Honey Daniels (Jessica Alba)  è una bella ragazza, molto dolce e con un innato istinto per la danza hip-hop, questo sua passione la porta a cimentarsi nel ruolo di coreografa e la sua avvenenza fa il resto. Così durante un sua  performance sulla pista da ballo di un locale dove la ragazza lavora, la talentuosa ragazza viene notata da un famoso regista di videoclip musicali, è la grande occasione che Honey aspettava e che decide di cogliere.

Questo suo nuovo impegno le ruberà del tempo prezioso, come quello dedicato ad un doposcuola in cui insegna hip-hop a dei ragazzini con l’intento di tenerli lontani dalle tentazioni della strada, e minerà inevitabilmente anche la sua vita sentimentale.

Come se non bastasse una volta in corsa Honey proverà sulla sua pelle il duro mondo dell’hip-hop visto dal di dentro, con le sue gelosie, i dissidi, l’ambizione sfrenata e i tanti, forse troppi, compromessi.

Shall we dance?: recensione

Il tran tran quotidiano di John Clark (Richard Gere) scorre tra un lavoro soddisfacente e una famiglia che in pratica ne ignora bisogni e inquietudini, la moglie Beverly (Susan Sarandon) troppo indaffarata con i suoi impegni da casalinga disperata ed una figlia arrogante ed egocentrica assolutamente convinta di essere il centro dell’universo.

Una delle tante sere in cui John torna dal lavoro e si aggira per la città perso tra mille dubbi e malcelati pensieri di fuga, nota una bellissima donna che scruta il vuoto con aria malinconica da una finestra di una sala da ballo, incuriosito decide di entrare nell’edificio ed iscriversi ad alcune lezioni con la speranza di poterla incontrare.

Purtroppo i desideri di John si infrangono sull’anziana insegnante di ballo assegnatagli, Miss Mitzi (Anita Gillette), e sulle distanze prese dalla bella Paulina (Jennifer Lopez), la donna della finestra rivelatasi un insegnante di ballo, che lo mette subito in guardia su eventuali e poco apprezzati tentativi d’avance.

Peter Chelsom: romance, coincidenze e commedia

Peter Chelsom nasce a Blackpool Lancashire (Inghilterra) il 20 Aprile 1956, gli esordi sono in veste d’attore, Chelsom studia recitazione alla Central School of Drama di Londra e recita nella prestigiosa Royal Shakespeare Company.

Numerosi i film e le produzioni televisive a cui Chelsom partecipa nei primi anni della sua carriera, tra questi la miniserie A woman of substance con Deborah Kerr e Jenny Seagrove, la serie tv Sorrell and son ed i lungometraggi Indian Summer e Christmas present. Dal 1985 al 1998 Chelsom tiene un corso di cinematografia alla Central School of Drama e di recitazione alla Cornell University.

Le più belle sudamericane di Hollywood

Oggi facciamo una mini-classifica delle attrici di origine sudamericana più belle di Hollywood, ci limiteremo a quelle più note anche se di bellezze, tra set televisivi e cinematografici, ce ne sarebbero moltissime. Noi parleremo esclusivamente delle grandi star in ascesa, quelle da tenere d’occhio e non solo per l’innegabile fascino e sex-appeal ma anche per un certo talento e carisma che ne fa potenziali dive.

Diciamo che la più conosciuta è sicuramente Jennifer Lopez, ballerina, cantante ed attrice, un talento eclettico non sempre apprezzato dall critica internazionale, a volte a torto, a volte a ragione, e qualche volta solo per partito preso. La vogliamo comunque ricordare sexy insegnante di ballo in Shall we dance? Romantica in Amore a 5 stelle e bellissima preda di un serial killer in The cell.

Time for a dancing: il cinema a passo di danza

Oggi ci occupiamo dei film più belli che hanno come tema portante il ballo, naturalmente escludiamo i musical che fanno genere a sè, sono molti i film che hanno utilizzato la danza e la musica da ballo per raccontare piccole storie e grandi sogni, mostrandoci il lato più danzereccio e fascinoso di molti attori che si sono rivelati, controfigure a parte, provetti ballerini.

Senza andare troppo indietro nel tempo partiamo dagli anni ’70 con il classico La febbre del sabato sera, john Travolta ci racconta del re della disco Tony Manero, signor nessuno e commesso in una ferramenta di giorno e vera star della pista durante i fine settimana. Colonna sonora mitica e tanta nostalgia. Segnaliamo anche per l’intrigante colonna sonora e la regia muscolare di Sylvester Stallone anche il sequel Staying Alive, Manero esce dal ghetto e cerca la gloria, ma troverà ostacoli e complicazioni sentimentali.

Recensione: L’ospite inatteso

Walter Vale, professore universitario di economia, vedovo, dopo la morte della moglie sembra aver perso interesse per la vita, e di conseguenza scopre il grigiore di un lavoro che in realtà non ha mai amato, e passa le giornate tra studenti che neanche conosce e imbarazzanti lezioni di piano, lasciandosi scivolare lentamente in una monotonia che inesorabilmente lo consuma.

Un viaggio a New York per la presentazione di un saggio, innescherà una serie di avvenimenti che  gli cambieranno per sempre la vita, nel suo vecchio appartamento Walter troverà due inquilini inaspettati e molto particolari,  Tarek e la sua compagna Zainab, entrambi clandestini, e inconsapevoli dell’arrivo del  proprietario dell’appartamento. Dopo un incontro/scontro i tre si chiariranno e il professore deciderà di offrire ospitalità alla coppia in evidente imbarazzo.