Gillian Anderson in I’ll Follow you Down, Aubrey Plaza in The Necessary Death of Charlie Countryman, Taylor Kitsch, Garrett Hedlund e Armie Hammer in Hunger Games: Catching Fire?

Casting news via Collider, Latino Review, The Playlist e Deadline per gli attori Gillian Anderson (X-Files), Aubrey Plaza (Scott Pilgrim vs. the World), Taylor Kitsch (John Carter), Garrett Hedlund (Tron: Legacy) ed Armie Hammer (Biancaneve).

Gillian Anderson si è unita ad Haley Joel Osment (Il sesto senso) nel dramma fantascientifico I’ll Follow You Down. Al cast si sono aggiunti anche Rufus Sewell (Dark City) e Victor Garber (Titanic). Scritto e diretto da Richie Mehta (Amal), il film racconta la misteriosa scomparsa di uno scienziato, Gabriel (Sewell) e l’effetto che questo evento ha sulla moglie Marika (Anderson) e il suo giovane figlio Erol (Osment). Anni dopo Erol e il nonno (Garber) fanno una scoperta sorprendente che riguarda il luogo dove si trova il genitore scomparso.

Sister, recensione in anteprima

Sister (titolo originale L’Enfant d’en haut) racconta la storia di Simon, un giovane dodicenne che ruba per sopravvivere in una località sciistica alpina tra Francia e Svizzera; il ragazzo si presenta come un orfano ed è legato solo alla sorella Louise, una ragazza facile e allo sbando che salta da un lavoro precario all’altro, vivendo insieme in una casa popolare nella valle ai piedi dell’impianto che attira turisti da tutto il mondo, facili prede di Simon che non aspetta altro.

Il giovane si presenta diviso tra due mondi, quello in pianura e quello in vetta alla montagna: il viaggio in funivia dona ritmo al film e le sue espressioni infondono una differente riflessione a ogni parte del film; sì perché sono diversi i momenti che caratterizzano la pellicola, con un colpo di scena che giunge improvviso e rivela ciò che Louise e Simon nascondono.

Johnny English-La rinascita, recensione in anteprima

Johnny English (Rowan Atkinson) si è ritirato a vita privata dopo gli esiti disastrosi di una missione africana di cui sta ancora pagando psicologicamente le conseguenze. Come viatico all’atterrimento l’ex-agente segreto si è trasferito in un isolato monastero tibetano dove, insieme ad alcuni monaci sta ritrovando se stesso attraverso l’apprendimento delle arti marziali nella loro forma più alta e spirituale. Ben presto però l’MI-7 richiamerà English in servizio per una nuova missione: fermare un gruppo di killer internazionali prima che attuino un complotto che prevede l’eliminazione del premier cinese allo scopo di scatenare il caos globale. Ora che il mondo e il suo paese hanno ancora una volta bisogno di lui, Johnny English tornerà in pista più determinato che mai a riscattarsi e riuscirà, ancora una volta a collezionare un disastro dietro l’altro.

Johnny English La rinascita, poster con Gillian Anderson

Dalla Universal Pictures via Filmofilia arriva un nuovo character poster per il sequel diretto da Oliver Parker Johnny English-La rinascita. Questo poster ci mostra la sempre fascinosa Gillian Anderson ex-agente dell’FBI Dana Scully addetto agli X-Files, ora nei servizi segreti britannici nei panni dell’agente segreto dell’MI7 Pamela Head. Il cast di questo sequel include Dominic West, Daniel Kaluuya, Richard Schiff e Rosamund Pike. 

Vin Diesel in The Machine, Judi Dench in The Curse of The Buxom Strumpet, Alec Baldwin in Three Mississippi

Vin Diesel reciterà in The Machine, l’action comedy scritta da Robert Ben Garant e Thomas Lennon, che racconta la storia di un uomo-macchina creata dal governo americana come arma militare che, dopo essere stata abbandonata a causa dell’interruzione del progetto, viene trovata da un ragazzino che diventa suo amico e lo ospita a casa sua.

Judi Dench, Gillian Anderson e Mark Williams si sono aggiunti al cast di The Curse of The Buxom Strumpet, il zombie movie scritto, diretto e prodotto da Matthew Butler, interpretato da Ian McKellen, tratto dal corto comico E’gad Zombies, ambientato nel diciottesimo secolo in una cittadina balneare dove gli abitanti vengono contagiati da un morbo mortale.

Walter Hill dirgerà Headshot, Matt Reeves nuovo progetto fantascientifico, il cast di Shadow Dancer

Matt Reeves dirigerà Eight O’Clock in the Morning, l’adattamento dell’omonimo racconto breve di Ray Nelson del 1963, che racconta di un uomo che, dopo essere stato sottoposto ad ipnosi, risvegliando i propri saperi sopiti, annuncia un’imminente invasione aliena.

Walter Hill dirigerà Headshot, l’action movie della Warner Bros interpretato da Sylvester Stallone, ispirato alla graphic novel di Alexis Nolent, incentrata sulla inusuale alleanza tra un giovane poliziotto di New York e un killer di New Orleans che si uniscono per vendicarsi del nemico comune che ha ucciso i loro rispettivi partner.

Joe Wright per La Sirenetta, Barry Levinson per Brother Jack, Saw VII diventa Saw 3D, novità per Gillian Anderson

Gillian Anderson

Gillian Anderson dovrebbe essere l’agente segreto Pamela Head nel sequel di Johnny English, l’action comedy diretta da Oliver Parker, con Rowan Atkinson.

Joe Wright potrebbe dirigere l’adattamento live-action de La Sirenetta, la fiaba di Hans Christian Andersen. La sceneggiatura del film è stata scritta da Abi Morgan e racconta di una sirena che vuole diventare umana per coronare la sua storia d’amore con un principe.

Sarajevo Film Festival 2009: cinema emergente, anteprime e grandi ospiti

Sarajevo-Film-Festival []

Dal 12 al 20 Agosto 2009, la città di Sarajevo ospiterà la quindicesima edizione del Sarajevo Film Festival, evento che si propone di puntare i riflettori sulle produzionali nazionali e regionali, promuovendone la distribuzione e fungendo da prestigiosa vetrina internazionale.

All’interno dell’evento un momento molto importante dedicato ai contatti tra filmakers e industria cinematografica, il Cinelink permette già da qualche anno a giovani cineasti emergenti di proporre i loro lavori a produttori e distributori promuovendo le loro opere.

Peter Chelsom: romance, coincidenze e commedia

Peter Chelsom nasce a Blackpool Lancashire (Inghilterra) il 20 Aprile 1956, gli esordi sono in veste d’attore, Chelsom studia recitazione alla Central School of Drama di Londra e recita nella prestigiosa Royal Shakespeare Company.

Numerosi i film e le produzioni televisive a cui Chelsom partecipa nei primi anni della sua carriera, tra questi la miniserie A woman of substance con Deborah Kerr e Jenny Seagrove, la serie tv Sorrell and son ed i lungometraggi Indian Summer e Christmas present. Dal 1985 al 1998 Chelsom tiene un corso di cinematografia alla Central School of Drama e di recitazione alla Cornell University.

Houdini-L’ultimo mago: recensione

Edimburgo 1926, mentre il mago ungherese Harry Houdini (Guy Pearce) stupisce le platee europee con i suoi spettacolari numeri di escapologia (L’arte dell’evasione), molti presunti medium vengono smascherati dalla crociata del mago contro imbroglioni e truffatori ben poco esoterici che in quegli anni spuntano come funghi intrattenendo i salotti buoni delle grandi capitali e promettendo ectoplasmi e inquietanti visite dall’aldilà.

La scozzese Mary MacGarvie (Catherine Zeta-Jones) accetterà la sfida di Houdini che vede in palio 10.000 dollari per chiunque riesca a metterlo in contatto con la defunta madre e a farle ripetere le ultime parole pronunciate da quest’ultima sul letto di morte, parole che solo Houdini conosce.

Mary specializzata in elaboratissime, coreografiche e fasulle sedute spiritiche, con l’aiuto della figlia Benji (Saoirse Ronan) addetta a raccogliere informazioni e materiali necessari per allestire gli show esoterici della madre, cercherà di ingannare il mago e al contempo se ne invaghirà diventando sempre più dubbiosa sul proseguimento dell’elaborata truffa.

Le più belle rosse di Hollywood

Per le poche attrici dalle chiome rosse che transitano sui set di Hollywood apriamo una sorta di sottoscrizione e le dichiariamo specie protetta, si perchè a parte qualche rossa di passaggio, non sono moltissime quelle che ostentano questo fiammante look da femme fatale.

Certo che il fascino di una rossa, nota autovettura a parte, è indubbio, proprio perchè sono donne come la sensuale e talentuosa Julianne Moore a portare fieramente questo look che negli anni d’oro di Hollywood  ha stregato un’intera generazione di spettatori e Julianne ce ne mostra tutto il fascino e le potenzialità seduttive.

How to Lose Friends and Alienate People, cugino de Il diavolo veste Prada

Le sale cinematografiche americane, hanno applaudito il debutto del film How to Lose Friends and Alienate People, uscito il 3 ottobre, diretto dal più volte nominato all’Oscar per documentari, Robert Weide, sceneggiato da Peter Straughan e prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer Pictures.

How to Lose Friends and Alienate People è basato sulle memorie di Toby Young, autore del libro, in Italia conosciuto come: Un alieno a Vanity Fair. E’ una commedia che vede come protagonista un giornalista inglese, Sidney Young, interpretato dall’attore britannico Simon Pegg.

Assunto da una rivista che tratta dell’alta società di New York, Pegg entra far parte di un mondo dorato abitato da modelle, stiliste, attori e superstar di ogni genere.