Sensualità a corte diventa un film

di Redazione 3

Sensualita’ a corte esilarante sit-com sui generis, artisticamente figlia dell’attore/regista Maurizio Cesena, sta per diventare un lungometraggio: il folle  jean claude zitellone attempato, vessato dalla madre ossessionata dall’idea di vederlo sposato e da una terrificante madrina da incubo, si diletta a travestirsi da donna e si innamora di  improbabili personaggi da fumetto come Batman, Robin hood, Diabolik, o il cattivissimo Darth Fener del cult Star Wars.  Il tutto scorre in usa sorta di esilarante e bidimensionale striscia a  fumetti live dall’ambientazione settecentesca che rende il tutto ancora più surreale.

Cesena nasce artisticamente nel cabaret, lasciato il gruppo comico dei Bronkoviz con cui collaborò al successo della trasmissione televisiva Avanzi, si presta al cinema e dirige nel 2001 il film Mari del sud con Diego Abatantuono,  poi varie collaborazioni come autore ed il reclutamento nella trasmissione Mai dire lunedì della Gialappa’s band.

Il passaggio al grande schermo potrebbe non essere indolore considerando i precedenti, non dimentichiamo il fallimentare progetto portato dalla Gialappa’s al cinema con il lungometraggio Tutti gli uomoni del deficiente, che soffriva dei tempi dilatati del grande schermo e non riusciva ad amalgamare una certa comicità fast-food poco adattabile ad una  complessa ed articolata sceneggiatura.

I precedenti registici di Cesena e la potenzialità comica di questi esilaranti personaggi ci danno buone speranze, e forse questo film avrà miglior fortuna del poco riuscito Fascisti su Marte di Corrado Guzzanti,  Cesena è impegnato al momento nella post-produzione dell’ultima fatica cinematografica  di Aldo, Giovanni e Giacomo, Il cosmo sul comò

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>