Se Sposti Un Posto A Tavola, recensione in anteprima

di Felice Catozzi Commenta

Il banchetto di nozze sta per iniziare. Un ragazzo e una ragazza fanno cadere inavvertitamente i segnaposto da un tavolo e in gran fretta li ripongono a casaccio. Per gli ignari invitati, seduti! a quel! tavolo, questa nuova disposizione farà la differenza. Come “Sliding Doors”, questa commedia sentimentale sugli scherzi del destino e le sue trame sottili pone come domanda comune "Cosa accadrebbe se per errore l’ordine prestabilito delle cose cambiasse per una fortuita coincidenza?"

Se Sposti Un Posto a Tavola_Locandina

La commedia sentimentale francese Se Sposti Un Posto A Tavola si focalizza su quattro coppie, otto commensali che si incontrano a un banchetto di matrimonio: Catherine (Elsa Zylberstein), Pierre (Franck Dubosc), la sorella della sposa Marjorie (Audrey Lamy), David (Arié Elmaleh),Edith (Shirley Bousquet), Arnaud (Mathias Mlekuz), Marie (Louise Monot), Eric (Lannick Gautry) e Paul (Tom Raynal) diventano i protagonisti intercambiabili -per modo di dire- in una vicenda corale che si basa sul cosa sarebbe cambiato se.

Aggiungi Un Posto a Tavola che c’è un amico? in più…

Già la pellicola inglese Sliding Doors e la tedesca Lola Corre avevano fornito una visione del destino e delle vite che cambiano in base a quello che accade in un singolo momento delle nostre vite, una sorta di effetto farfalla in base al quale ogni scelta operata determina il futuro.

Se Sposti Un Posto A Tavola ha una costruzione in tre atti divisi secondo tre ipotesi di posizionamento dei commensali: in base alle combinazioni delle sedute, vediamo accoppiamenti di personaggi o addirittura situazioni triangolari anche divertenti, ma non abbastanza da andare oltre il mite sorriso della leggerezza tipica della Francia; in definitiva, questo titolo è consigliabile e piuttosto godibile in un periodo come quello di uscita (dal 25 luglio nelle sale italiane), ma non bisogna aspettarsi di certo di fruire di una commedia così brillante da rinfrescare le serate estive con risate e buonumore.

Il giudizio del CineManiaco

Per chi cerca una commedia sentimentale francese tenue e piacevole senza molte pretese, ha trovato il film giusto; per il resto, Se Sposti Un Posto A Tavola non propone una situazione così originale come vorrebbe far credere, estremizzando delle situazioni quasi con delle forzature al limite delle probabilità; un punto a suo favore è, invece, il buonumore e il lieto fine raggiunto a suon di ipotesi di posti a tavola – da spostare finché non arriva come deve arrivare. Ma un film non dovrebbe dare giudizi e raccontare semplicemente storie? Buona visione.

Voto 5.5

Scheda Film

USCITA CINEMA: 25/07/2013
GENERE: Commedia Sentimentale
REGIA: Christelle Raynal
SCENEGGIATURA: Francis Nief
CAST: Elisa Zylberstein, Franck Dubosc, Audrey Lamy, Arié Elmaleh, Louise Monot, Lannick Gautry, Shirley Bousquet, Mathias Mlekuz

Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>