Rush Hour 4, Jackie Chan e Chris Tucker in un nuovo sequel?

di Pietro Ferraro Commenta

Movieweb riporta che Arthur M. Sarkissian, il produttore della serie action-comedy Rush Hour, ha rivelato che sta pianificando un nuovo sequel del franchise diretto da Brett Ratner. Sarkissian vuole tornare alle origini e riportare la serie ai ritimi da poliziesco dei primi due capitoli.

Sarkissian parla di un nuovo approccio per il quarto film:

Sto cercando di farlo più vicino a come ho fatto il primo Rush Hour. Più con i piedi per terra. Più grintoso. Introdurre due nuovi personaggi e rendere reale il modo in cui lo è stato il primo. Io personalmente non ero soddisfatto del terzo film. ho pensato che il primo e il secondo erano molto buoni, ma penso che il terzo sia sfuggito un po’ di mano. Non è una questione di rifare semplicemente un quarto capitolo mettendoli in un’altra città in cui li vedremo litigare, non voglio questo. voglio qualcosa di nuovo. forse di più giovane, forse Chris ora è sposato, forse Jackie è sposato con Octavia Spencer, non so. sposato con la cugina di Chris e vivono a Shanghai, Chris va a visitarli. Non so, voglio qualcosa di energico.

Il produttore parla anche del feeling su schermo tra Jackie Chan e Chris Tucker nei primi due film:

Quello che spiccava in Rush Hour 1 e 2 per lo più era il rapporto tra questi due, venuto fuori dal nulla. Era solo molto reale. Non lo abbiamo dovuto costruire, non è stato scritto. E’ solo accaduto. Credo che l’azione ci sarà, ma dovrà essere modellata per adattarsi a come sono loro due oggi, senza costringerli a fare cose che non vogliono o non possono.

Il regista Brett Ratner non ha firmato ancora per il progetto, ma il produttore è disposto a mantenere la porta aperta per lui:

E’ più che benvenuto a farlo, ma avrà modo di farlo nel modo giusto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>