Resident Evil: Damnation, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro 2

L’agente americano Leon S. Kennedy si è infiltrato in una zona dell’est europeo per verificare le voci che parlano dell’utilizzo di armi bio-organiche in una cruenta guerra civile in atto. Gli ordini però vengono cambiati repentinamente a all’agente viene chiesto di lasciare immediatamente la zona a causa di un imminente intervento che vedrà gli eserciti di Stati Uniti e Russia invadere e occupare la zona.

Deciso a scoprire la verità, Leon ignora i nuovi ordini e decide di proseguire all’interno dei confini della capitale, in cerca di prove di quello che si rivelerà un complotto che coinvolge la massima autorità governativa, il presidente della repubblica Svetlana Belikova.

In concomitanza con il rilascio nelle sale di Resident Evil: Retribution (la recensione in anteprima del film) e prima della pubblicazione del videogame Resident Evil 6, ecco arrivare un nuovo lungometraggio d’animazione in CGI diretto da Makoto Kamiya (Dino Crisis 3), prodotto da Hiroyuki Kobayashi (Devil May Cry – La serie d’animazione) e distribuito direttamente in home-video.

Dopo aver recensito Starship Troopers: Invasion, che a dire il vero non ci aveva convinto molto, abbiamo visionato questo Resident Evil: Damnation con qualche riserva e invece il nuovo lungometraggio d’animazione basato sul franchise videoludico della nipponica Capcom, nonchè sequel di Resident Evil: Degeneration, ci ha piacevolmente sorpresi.

Se l’animazione messa in campo è come di consueto di alto profilo, alcuni scenari urbani e l’animazione dei Licker sono davvero notevoli, è la fluidità su schermo regalata dal motion-capture e la regia di Kamyia i veri punti di forza dell’operazione. Tanto per fare qualche esempio il corpo a corpo tra Ada Wong e la Belikova, la sequenza della piazza con il contagio di un soldato da parte di un’orda di Las Plagas e il rutilante finale lasciano davvero il segno e non fanno per nulla riampiangere l’interattività del videogame regalando sequenze action e orrorifiche davvero coinvolgenti.

Resident Evil: Damnation si presenta come imperdibile per ogni fan della serie di videogames, ma anche per chi non trova molto soddisfacente la trasposizione cinematografica con Milla Jovovich, a cui questi lungometraggi in CGI sono una più che valida alternativa e molto più attinenti all’evoluzione videoludica del franchise di provenienza rispetto alla controparte da grande schermo.

Disponibile in DVD e Blu-ray dal 24 ottobre 2012

Film correlati: Biohazard 4D-ExecuterResident Evil: Degeneration / Starship Troopers: Invasion / Dead Space: Aftermath

Note di produzione: il regista Makoto Kamiya era nel team di animatori della celebre serie anime Lamù e ha supervisionato gli effetti speciali del live-action Gantz; il film ha fruito di un rilascio in download digitale sulle piattaforme Xbox Live, Zune e PlayStation Network; protagonisti del film i personaggi di Leon Kennedy e Ada Wong che fanno il loro debutto live-action nel quinto capitolo della serie cinematografica Resident Evil: Retribution.

Commenti (2)

  1. salve, mi potete dire dove posso trovare “biohazard 4d-executer” in bluray in italiano o perlomeno con i sottotitoli.. grazie in anticipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>