Recensione: Io sto con gli ippopotami

di Pietro Ferraro 5

Africa, anni ’50, Tom (Bud Spencer) convinto animalista, è costretto suo malgrado, per sbarcare il lunario, ad organizzare safari per turisti in cerca di facili prede e forti emoìzioni, ma la sua coscienza lo costringe ad armare i turisti con innocui fucili caricati a salve.

L’arrivo del cugino Slim (Terence Hill), anche lui amante degli animali e un pò scansafatiche, crea non pochi problemi al pacifico Tom, che si ritrova a dover fronteggiare le ire di Ormond (Joe Bugner), un gangster americano, a cui il cugino ha ripetutamente pestato i piedi.

Il coraggioso Dottor Jason (Ben Masinga), medico locale, appoggiato da Slim, stampa un piccolo giornale, il cui contenuto crea non pochi fastidi ad Ormond, che è impegnato a depredare la fauna della savana con il tacito assenso della corrotta polizia locale.

Ormond decide, con l’aiuto della polizia locale di incastrare i due cugini per traffico d’avorio, così Tom e Slim si ritrovano dietro le sbarre accusati di contrabbando. Ben presto però riusciranno a dimostrare la loro innocenza e partiranno per una spassosa spedizione punitiva.

Messe da parte le divergenze, tra i due nascerà una bella intesa che li porterà a sgominare la banda di Ormond e a fermare il  losco traffico di animali messo su dal gangster.

Commedia per famiglie con il simpatico duo in gran forma, stavolta si punta sull’avventura e sui paesaggi africani, l’alchimia che ha reso famosa la coppia qui è al suo apice, gag azzeccate, spassose scazzottate e un bel messaggio animalista che non guasta.

Tra gli sceneggiatori figura il nome di Barbara Alberti nota scrittrice ed opinionista televisiva, tra i suoi lavori più famosi ricordiamo Il poriere di notte, Monella e Melissa P., per l’accoppiata Spencer/Hill si è occupata anche della sceneggiatura di Più forte, ragazzi!

Il regista Italo Zingarelli, ex- stuntman, fu l’unico produttore che puntò sulla coppia nello Spaghetti-western Lo chiamavano Trinità e ne fu ampiamente ripagato, dopo quell’inaspettato successo decise di produrre anche il sequel ed il successivo Più forte, ragazzi!

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>