Non mi scaricare, recensione

di Pietro Ferraro 1

Peter Bretter (Jason Segel) è un compositore di colonne sonore televisive che sta vivendo una storia da sogno con la graziosa Sarah Marshall (Kristen Bell), star di una seguitissima serie tv poliziesca.

Purtroppo per Brett in attesa che Sarah torni in città la tragedia incombe, perchè il poveraccio si troverà di fronte al classico discorsetto da manuale che preannuncia la fine della sua relazione, discorsetto a cui si aggiungerà anche la scoperta di essere stato già rimpiazzato da un’altro, notizia che Brett non prenderà affatto bene cadendo in una depressione cronica.

Comunque Brett tenterà con tutte le sue forze e naturalmente invano di dimenticare Sarah applicando alla lettera la teoria del chiodo schiaccia chiodo portandosi a letto ogni donna che incontra, cosa che non farà altro che peggiorare la situazione, trasformando i momenti passati con Sarah in una sorta di idilliaco e devastante ricordo.

Ci penserà Brian (Bill Hader) fratellastro di Peter ha convincerlo ad allontanarsi da casa e dalla città per raggiungere le esotiche Hawaii in cerca di un pò di distrazione, Peter accetterà l’idea, ma visto che il luogo prescelto per la sua fuga è un albergo di cui aveva parlato spesso con la sua ex, eccolo ritrovarsi ad incrociare per puro caso non solo Sarah, ma anche il responsabile della fine della sua relazione, l’eccentrica rock star Aldous Snow (Russell Brand), a salvarlo da una situazione piuttosto imbarazzante arriverà la receptionist dell’albergo, la bella e dolce Rachel Jansen (Mila Kunis) che colpirà non poco il sempre più depresso Peter.

Davvero divertente questa comedy-romance che vede il debutto dietro la macchina da presa di Nicholas Stoller, sceneggiatore di Yes Man e Dick & Jane: Operazione furto che confeziona una pellicola dai toni piuttosto goliardici che ricorda molto lo spaccacuori dei fratelli Farrelly, con il medesimo intento di filtrare i clichè di un genere piuttosto inflazionato attraverso qualche eccesso all’insegna del politicamente scorretto, non per niente tra i produttori figura anche Judd Apatow.

Lo script di Non mi scaricare è dello stesso Jason Segel, star della sit-com E alla fine arriva mamma e visto di recente ne I fantastici viaggi di Gulliver, quest’ultimo titolo tra l’altro sceneggiato proprio da Stoller. Segel nella doppia veste di sceneggiatore e protagonista dimostra di saper sfruttare al meglio una certa libertà creativa messagli a disposizione. mostrandoci  le pene d’amor perduto in una spassosa e intrigante digressione al maschile, senza gli eccessi da zuccherosi ammenicoli da romanzo rosa che contraddistinguono spesso e volentieri il genere.

Note di produzione: Kristen Bell è nota per essere la protagonista della serie tv Veronica Mars, la Kunis per il ruolo di antagonista di Natalie Portman ne Il cigno nero di Darren Aronofsky. Nicholas Stoller che ha curato lo script dell’imminente The Muppets con protagonista ancora Segel, lo scorso anno ha girato anche In viaggio con una rock star, una sorta di spin-off/sequel di Non mi scaricare, che ha visto protagonista Russell Brand tornato nei panni dell’eccentrico rocker Aldous Snow.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>