Dumb and Dumber To è il titolo ufficiale di Scemo e più scemo 2

I registi Bobby e Peter Farrelly hanno confermato tramite la loro pagina Twitter che il titolo del sequel della loro commedia Scemo e più scemo sarà Dumb and Dumber To. Ricordiamo che dopo il prequel Scemo e più scemo – Iniziò così che subì un recasting, questo sequel rivedrà insieme la coppia del film originale composta da Jim Carrey e Jeff Daniels.

I tre marmittoni, recensione

Moe (Chris Diamantopoulos), Larry (Sean Hayes) e Curly (Will Sasso) ancora in fasce vengono abbandonati sulla soglia dell’orfanotrofio Sorelle della misericordia e qui vengono accolte a braccia aperte dalla madre superiora (Jane Linch) e dalla sue consorelle, inconsapevoli che quei tre strambi marmocchi porteranno il caos tra quelle mura.

The Three Stooges, 6 clip della comedy I tre marmittoni

Beyond Hollywood ha pubblicato 6 clip, che trovate subito dopo il salto, con sequenze tratte dalla remake-comedy The Three Stooges dedicata al celebre trio di comici americani I tre marmittoni. Il film, nelle sale dal 22 giugno, è diretto dai fratelli Farrelly e interpretato da Chris Diamantopoulos, Sean Hayes, Will Sasso, Jane Lynch, Sofia Vergara, Craig Bierko, Stephen Collins, Larry David, Kate Upton, Nicole ‘Snooki’ Polizzi, e Jenni Farley.

The Three Stooges, 3 poster per I tre marmittoni

Pubblicati online 3 nuovi poster per The Three Stooges, un adattamento modernizzato della serie di celebri comedy americane incentrate sul trio comico conosciuto in Italia come I tre marmittoni. Dopo il salto trovate tutte le nuove locandine. (Il film uscirà nei cinema il 22 giugno)

The Three Stooges, nuovo teaser poster

Il sito ufficiale del film The Three Stooges, travagliato adattamento ad opera dei fratelli Farrelly, ha rilasciato un nuovo teaser poster dedicato al film che trovate subito dopo il salto. Il progetto in origine doveva fruire di un budget notevole e vi erano collegati nomi del calibro di Jim Carrey, Sean Penn e Benecio del Toro. Poi il progetto si è inesorabilmente ridimensionato fino ad essere dato per morto e infine riesumato, nella versione più contenuta dai registi di Tutti pazzi per Mary.

Libera uscita, recensione in anteprima

Rick (Owen Wilson) e Fred (Jason Sudeikis) sono grandi amici e si frequentano spesso in compagnia delle loro rispettive mogli, Maggie (Jenna Fischer) e Grace (Christina Applegate) che dal canto loro cominciano a non tollerare più una crescente ossessione per il sesso e le altre donne che i due consorti sembrano non riuscire più a controllare.

Intendiamoci nessuno dei due mariti-modello batte un chiodo al di fuori dell’ambito familiare, perchè se l’intenzione ci sarebbe anche, il tempo trascorso e il tran tran matrimoniale ne hanno fatto due frane con l’altro sesso, ma l’ennesima bravata dei due, stavolta consumata in pubblico spinge prima Maggie e in seguito Grace a seguire il consiglio di un’amica e a dare alla coppia di allupatissimi mariti una settimana di libera uscita, sette giorni in cui potranno fare tutto ciò che vogliono, sesso extraconiugale compreso.

Ai due non sembrerà vero e dopo essersi accertati che non si tratti di un crudele scherzo o peggio ancora di un test, radureranno i loro amici e pianificheranno sette giorni all’insegna del rimorchio più sfrenato, ma già dalle prime ore di libera uscita, la cattività imposta dal sacro giuramento si farà sentire e i due si scopriranno due goffi e imbarazzanti ex-single dalle armi decisamente spuntate.

Lo spaccacuori, recensione

Eddie (Ben Stiller) è uno scapolone quarantenne che gestisce un negozio di articoli sportivi e comincia a sentire i primi sintomi di una crisi di mezz’età anticipata, che si manifestano con pensieri ricorrenti ad un futuro di solitudine da single incallito.

Ai pensieri e alle riflessioni sul sempre più impellente bisogno di una famiglia da costruire ci si mette anche il matrimonio di una sua ex, il suo migliore amico Mac (Rob Corddry) e naturalmente i suoi parenti che già lo immaginano in station-wagon con consorte ed esagitata prole al seguito.

Eddie decide così di dare un direzione alla sua vita sino a quel momento vissuta giorno per giorno, ad aiutarlo nella ricerca dell’anima gemella ci penserà il destino che gli fa incontrare la bella ambientalista Lila (Malin Akerman) con la quale brucia letteralmente le tappe e in poche setttimane si ritrova con anello al dito e fatidico giuramento pronunciato.

Charlize Theron, Samuel L. Jackson, Kylie Minogue, Steven Soderbergh, Max Allan Collins, Jenna Fisher: tutte le novità

In questi giorni vi ho trascurato un po’ non riportandovi, come di dovere, le voci che arrivano da Hollywood sui prossimi progetti e i casting. Rimedio con una infornata di novità: cominciamo subito!

Era mio padre, potrebbe avere non uno, ma ben due sequel, intitolati Road to Purgatory e Road to Paradise: pare che la JBM Productions abbia contattato Max Allan Collins, il creatore della serie da cui è stato tratto il primo film, per scrivere e dirigere i due seguiti (il primo racconterebbe la vendetta del figlio di Michael Sullivan).

Steven Soderbergh produrrà il biopic, Making Jack Falcone, su Joaquin Garcia, meglio noto come Jack, l’agente dell’FBI infiltrato nella famiglia mafiosa dei Gambino. La sceneggiatura è stata affidata a Peter Buchman.