Liz Taylor è morta

di Redazione 3

E’ morta Liz Taylor. L’attrice aveva 79 anni ed era da tempo malata di cuore. La notizia è stata data da ABC News.L’agente dell’attrice ha reso noto che al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles erano presenti Michael e Cristopher Wilding (avuti dal matrimonio con Michael Wilding). Elizabeth Frances ‘Liza’ Todd, avuta dal matrimonio con Michael Todd, e Maria Burton, adottata nel matrimonio con Richard Burton.

Elizabeth Rosemond Taylor, nata il 27 febbraio 1932 a Hampstead (Londra), figlia di due americani del Kansas, esordisce all’età di nove anni in un film, There’s One Born Every Minute della Universal Studios, poi passa alla 20Th Century Fox, successivamente alla MGM dove si dipoloma alla University High School e, appena diciottenne si sposa per la prima volta.

La carriera di Liz, che verrà ricordata come una delle più grandi dive di Hollywood, quella dagli occhi viola, è splendente: negli anni cinquanta ottiene ben due nomination agli Oscar, prima per L’albero della vita (1958) di Edward Dmytryk, poi per La gatta sul tetto che scotta (1959) di Richard Brooks; gli anni sessanta si aprono con l’ennesima nomination agli Academy Awards per Improvvisamente l’estate scorsa ( 1960) di Joseph L. Mankiewicz e con la consacrazione grazie a Venere in visione (1961) di Daniel Mann. L’attrice bissa il successo nel 1967 con Chi ha paura di Virginia Woolf? Di MiKe Nichols, dopo essere diventata la star più pagata di Hollywood nel 1963 quando per la 20th Century Fox interpretò Cleopatra nell’omonimo kolossal (dove conobbe il suo futuro quinto marito Richard Burton).

Nella sua carriera Liz Taylor ha lavorato ad oltre settanta progetti tra cinema e televisione, ha vinto una quarantina di premi (dai Bafta, ai David di Donatello, dall’Orso d’argento a Berlino ai Golden Globe). La Taylor è passata alla storia anche per i suoi innumerevoli matrimoni, otto con sette mariti differenti, che hanno riempito per anni le pagine dei rotocalchi di gossip di mezzo mondo, e per la sua filantropia, che le è stata riconosciuta anche dai suoi colleghi che nel 1993 l’hanno premiata con il Jean Hearsholt Humanitaran Award agli Oscar.

Curiosità: la sua ultima apparizione cinematografica di rilievo, quella in The Flintstones, dove ha vestito i panni di Pearl Slaghoople, le è valsa la nomination ai Razzie Award 1995; ovviamente Liz fa parte delle star della Walk of fame di Hollywood.

Commenti (3)

  1. Grandissima diva: ci mancherà…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>