James Mangold regista per il biopic su Bob Dylan, Timothée Chalamet nel ruolo del cantautore

di Kino Commenta

Il biopic su Bob Dylan sarà diretto da James Mangold, già autore di Walk The Line in cui Joaquin Phoenix ha interpretato il leggendario Johnny Cash. La notizia è comparsa sui principali tabloid internazionali e scopriamo che dopo il film Io Non Sono Qui in cui a 6 attori era stata affidata l’interpretazione delle tante facce del cantautore di Knockin’ On Heaven’s Door, è in arrivo il biopic ufficiale su Bob Dylan.

Secondo le prime indiscrezioni lo stesso Bob Dylan sta partecipando ai lavori sul film che vedrà la produzione della Fox Searchlight, insieme al suo produttore Jeff Rosen. In pratica, il cantautore ha già dato la sua benedizione.

Il volto scelto per interpretare Bob Dylan sarebbe quello di Timothée Chalamet, classe 1995 e già punta di diamante in film come Interstellar di Christopher Nolan, Chiamami Col Tuo Nome di Luca Guadagnino e Il Re di David Michod. Non è ancora dato conoscere la data di uscita del film nelle sale, e tanto meno sono già disponibili teaser e trailer.

Il titolo del biopic su Bob Dylan sarà Going Electric e la scelta non è casuale: il 25 luglio 1965 Bob Dylan si esibì per la terza volta – la prima nel 1963 – al Newport Folk Festival, e la sua scelta di allontanarsi dalla tradizione folk e adottare una strumentazione amplificata elettronicamente segnò il punto di rottura con le sue produzioni precedenti.

Durante l’esibizione, infatti, Bob Dylan sfornò un repertorio più vicino al rock’n’roll e più lontano dal folk, attirando forti dissensi e fischi da una parte del pubblico. Complice fu il fatto che Dylan si esibì in compagnia di una band e con i suoni delle chitarre elettriche ben diversi dal timbro degli strumenti acustici che meglio si prestano ai canoni del folk.

La differenza con il film Io Non Sono Qui di Todd Haynes sta nel fatto che questo sarà un film biografico vero e proprio, mentre nel caso precedente la personalità di Bob Dylan era declinata in 6 personaggi con nomi, caratteri e volti diversi.

Il biopic su Bob Dylan apre ufficialmente la stagione delle news sui film biografici del 2020, e già fa gola a molti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>