I bruttissimi, Monster Dog-Il signore dei cani

di Redazione Commenta

Oggi per i bruttissimi, vi presentiamo Monster Dog-Il signore dei cani uno dei più soporiferi horror anni ’80, ad opera di uno dei reucci del B- horror all’italiana Claudio Fragasso.

Fragasso, che negli States ha un esercito di fan grazie allo scult Trolls 2, ha più volte collaborato con uno degli esponenti del cosidetto horror trash all’amatriciana, lo scomparso Bruno Mattei che ci ha regalato nella sua lunga carriera perle davevro difficili da dimenticare.

Questa volta Fragasso lavora in solitaria e ci racconta della rockstar Vincent Raven (Alice Cooper) tornata nella sua cittadina natia per girare un video  musicale. Al suo arrivo la troupe verrà a conoscenza delle inquietanti storie di licantropia ed omicidi che circolano sulla famiglia del cantante, poi inizieranno le aggressioni notturne e i corpi mutilati, all’inizio si penserà a dei cani selvatici, ma la realtà è ben più terrificante.

Come avrete intuito la trama è alquanto scontata ma questo in un horror non è quasi mai un peccato mortale, il problema è in tutta una serie di difetti tipici di molte produzioni made in Italy di quegli anni, script confusionario, recitazione approssimativa ed effettacci caserecci che all’epoca prevedevano in origine un demoniaco cagnolone animatronico, poi causa guasto irreparabile, budget miserrimo e tempi di ripresa proibitivi, venne sostituito in corsa da una non proprio memorabile mutazione live-action nel finale.

Quello che sembra palese sin dalle prime battute del film è che ci troviamo di fronte ad uno spottone promozionale dedicato al grande Alice Cooper, che sicuramente avrà acettato il ruolo in cambio di una consistente iniezione di hard rock nella trama, una sorta di scusa per presentare qualche brano di Cooper approfittando dell’indubbio carisma della rock star, ma ci sembra un pò pochino per imbastirci un intero film. Fragasso firmò il film con lo pseudonimo di Clyde Anderson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>