E’ morto Blake Edwards

di Redazione 1

Mercoledì scorso a Santa Monica si è spento all’età di ottantotto anni per una polmonite il regista Blake Edwards, uno degli indiscussi re delle comedy made in Hollywood, Edwards durante la sua carriera esplorò molteplici generi cinematografici come il western, il musical e il poliziesco, ma il suo nome resterà impresso a fuoco nella storia del cinema per aver creato la serie de La Pantera Rosa, lanciato Bruce Willis, affermato con forza il surreale genio comico di Peter Sellers e girato un classico senza tempo come Colazione da Tiffany.

Edwards nasce a Tulsa, seconda maggiore città dell’Oklahoma il 26 luglio 1922, i suoi esordi sono come autore ed attore radiofonico ed è in questo periodo che conosce il compositore Henry Mancini che scriverà le musiche di tutti i piu grandi successi del regista, tra questi i memorabili temi di Colazione da Tiffany, Victor Victoria e La Pantera Rosa, colonne sonore che regaleranno a Mancini tre premi Oscar.

I rapporti di Edwards con gli studios hollywoodiani furono tutt’altro che idilliaci, il regista lamentò spesso una loro costante ingerenza a cui attribuì anche il fallimento ai botteghini di classici come Hollywood Party con Peter Sellers e La grande corsa con l’accoppiata Jack Lemmon/Tony Curtis, con Curtis Edwards torna a lavorare dopo il successo di Operazione sottoveste.

Gli ultimi anni di attività lo vedranno indebolito dalla malattia cimentarsi in un uno dei suoi ultimi progetti che coinvolgerà la serie di film La Pantera Rosa e il nostro Roberto Benigni, purtroppo Il figlio della Pantera Rosa verrà bocciato dalla critica risultando anche un flop commerciale, dopo questo progetto Edwards si ritirerà definitivamente, dedicandosi alla sua passione per la scultura accudito negli ultimi giorni dalla moglie Julie Andrews.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>