Berlinale 2009: il punto

di Redazione Commenta

La nuova settimana della Berlinale si apre con un cartellone molto ricco di titoli fuori concorso, ma andiamo con ordine, prima diamo un ‘occhiata ai due film in competizione proiettati quest’oggi, si parte con il tedesco Alle Anderen della regista Maren Ade, storia di una coppia all’apparenza perfetta che costretta a confrontarsi con altre coppie e relazioni  più solide perde il proprio fragile equilibrio, in un susseguirsi di imbarazzanti tentativi di dimostrare agli altri un’intesa di coppia ormai inesistente.

Mentre L’americano The messenger del regista Oren Moverman ci mostra i dubbi ed il dilemma etico di un soldato che si innamora di una donna vedova di un suo commilitone, il tutto ambientato in un’America post-bellica, ricordiamo che fuori concorso si potrà assistere alla premiere del film The private life of Pippa Lee, storia di una giovane donna sposata con un anziano editore alle prese con dubbi e rimpianti inerenti la sua vita sentimentale, protagonisti Robin Wright Penn, Winona Ryder e Keanu Reeves.

Per la sezione Berlinale special, oltre al tedesco Effie Briest, una donna trova amore e passione al di fuori del matrimonio e di una vita sociale tediosa e spenta, un interessante documentario Every little step, cronaca della genesi del leggendario musical Chorus line, girato a quattro mani dai registi Adam Del Deo e James D. Stern.

Per concludere un rapido sguardo alla sezione Panorama che presenta il documentario The shock doctrine, il regista Michael Winterbottom mette in scena la controversa teoria della giornalista canadese Naomi Klein sul rapporto tra capitalismo e sfruttamento dei disastri naturali , mentre l’attrice/regista Julie Delpy mette in scena con The Countess la vita della famigerata contessa Elizabeth Bathory, icona dell’horror gotico e spietata e perversa omicida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>