Bandidas, recensione

di Pietro Ferraro 17

Il losco Tyler Jackson (Dwight Yoakam) ha la pessima abitudine di espropriare al popolo messicano le loro terre e nel caso ucciderli, tutto per conto di un grosso istituto bancario che preme per costruire una ferrovia nella zona, ma il nostro Tyler presto avrà a  che fare con due seducenti rapinatrici che in puro stile Robin Hood, o Zorro visto che siamo in Messico, prenderanno di mira proprio la banca del ricco malfattore.

Le due bandidas in questione sono Maria Alvarez ( Penelope Cruz) e Sara Sandoval (Salma Hayek), la prima orgogliosa contadina a cui viene ucciso il padre, la seconda viziata figlia di un banchiere messicano assassinato in strane circostanze. Le due hanno ben poco in comune, le unirà la voglia di vendicare i rispettivi padri e il popolo messicano vessato dalle banche.

Le loro imprese ben presto attireranno l’attenzione delle autorità che invieranno in aiuto di Tyler l’ispettore Quentin (Steve Zahn) esperto crimiologo a cui verrà chiesto di  acciuffare le due belle canaglie, ma l’uomo, partito con tutti i buoni propositi del caso, finirà tra le grinfie delle due bellezze e si lascerà convincere a schierarsi con loro.

Bandidas ha nelle due belle e volitive protagoniste e in una sceneggiatura curata da Luc Besson il maggior punto di forza, perchè il film nella sua totalità rimane un’anomalo western-protofemminista che lascia un pò perplessi nonostante la notevole e accurata messinscena.

Ben lungi dall’essere memorabile, Bandidas si assesta sul divertente, ma non troppo, l’eccessivo innesto di inserti comici e la notevole avvenenza delle due protagoniste rende la storia un pò flebile dal punto di vista del realismo, troppi corpetti e giarrettiere per un genere nato e concepito per raccontare un universo prettamente virato al maschile.

Non fraintediamoci, lunga vita alle eroine alla Tomb Raider, ma qui il contesto stride con la presunta capacità delle due di salvarsi da situzioni critiche con escamotage da fumetto rosa. Bandidas resta un divertente fumettone al femminile che gioca con il western parodiandolo e giocandoci forse un pò troppo, rendendo cosi tutta l’operazione simpatica, ammiccante e a tratti coinvolgente, ma ben lungi dall’essere memorabile.

Commenti (17)

  1. Sono d’accordo, mi sarebbe anche piaciuto vedere un westen al femminile ma questo è troppo macchiettato, resta solo la coppia e qualche gag

  2. Che schifezza! E’ andato in onda addirittura in I^ serata! Un film in cui l’uomo è uniliato in tutti i modi! E la fanno pure franca ste due! Che amarezza!
    Ma come fai a definirle eroine?! Queste sono BESTIE!
    Se nel 1880, le donne erano così, le manifestazioni femministe – comizi, cortei… – erano, e sono, totalmente fuori luogo!
    C’è addirittura il ballbusting! Che lascia un trauma inguaribile!!!
    Se nel 1880, le donne erano così, non afferro la presenza dell’8 Marzo.
    Bisognerebbe smettere di corteggiare, una volta per tutte. Non capisco perchè gli uomini del tempo non abbiano fatto un repulisti da questi mostri!

  3. Ti sembra che Pancho Villa avesse la passione di umiliare le donne?! Mi sembra l’opposto! Aveva grande considerazione!
    Semmai uccideva, torturava GLI ALTRI UOMINI!!!
    Invece, mi sembra che queste due non stimino affatto gli uomini! La giustizia è, così, un pretesto, per sfogare i propri istinti bestiali, tutto qua!
    Anche Emiliano Zapata era “El Integerrimo”.
    Invece queste due?
    L’andrologo di Genova mi ha detto che chi rida del ballbusting, meriti una sprangata su una gamba! Così passa la voglia di ridere!
    C’è un uomo in preda a spasmi spaventosi, e tu ridi!?
    Segno di totale mancanza di rispetto, oltre che di maleducazione molto grave.

  4. Nel film “Per qualche dollaro in più”, Clint Eastwood porta via un carro di uomini morti, NESSUNA donna è compresa nel carico! Per questo non mi puoi fare il paragone tra queste due e Clint Eastwood!
    Se Clint Eastwood umilia un uomo è una cosa, se lo fa una donna è TUTT’ALTRO!
    E, poi,
    “Biancaneve” NON finisce con i 7 nani che stuprano la Regina cattiva!
    Spero tu capisca quello che io abbia intenzione di esprimere.

  5. il film è farcito di frasi antimaschili. Ti sembra che i film su Sartana siano farciti di frasi antifemminili?

    1. Mi sembra solo che regista e sceneggiatore abbiano ecceduto nella parodia, Besson ha voluto applicare lo humour tipicamente francese di operazioni come Taxxi sul genere western ribaltandone la prospettiva, ma finendo, forse inconsapevolmente, nella macchietta.

  6. Parodie western sono: “I 4 del Pater Noster”, “Per un pugno nell’occhio”, “Ciccio perdona. Io no!”……

  7. @ fabriziopiludu:
    d’accordissimo infatti questa NON è una parodia, ma un tentativo fallito…

  8. x piludu
    è riuscito male ma non per i motvi che hai elencato tu

  9. Io continuo a sostenere che sia un film offensivo per l’uomo!
    Sarai d’accordo con me, se scrivo che tutti i film western con donne siano antimaschili. Da sempre, è lecito realizzare film western antimaschili, e questo mi indigna. Quanti titoli mi sai dire di film western antifemminili?
    Devo dirti, invece, che la figura dell'”eroe” difendidonna già mi avesse annoiato quando ero bambino!
    Invece, con un film come “Giarrettiera colt”, Tina Lagostena Bassi mi è sempre parsa l’icona del vittimismo femminile più delirante!

  10. non sono d’accordo con te in niente. I film westrn con donne non sono antimaschili a meno che non vogliamo dire che le commedie erotiche siano antifeminili. Penso invece che tu abbia problemi con l’altro sesso e questo ti impedica di gustare un film commedia. Ti consiglio di cambiare andrologo e di guardarti solo i film con Joh Wayne. In tutti i casi, noiosi sono i tuoi commenti e la finirei qui

  11. Nel film “Coraggio! Fatti ammazzare!”, Clint Eastwood – nei panni dell’Ispettore Callaghan – difende l’assassina, e, ADDIRITTURA, la aiuta nella di lei demenziale vendetta! A mio parere, il personaggio ha perso totalmente credibilità. Con gli uomini, fa il leone; con le donne è sottomesso e servile come una pecora! La stessa cosa si può dire di certi “eroi” del west! Che, quando vedono una donna, perdono tutti i principi. Io, invece, non mi intenerisco.
    Riguardo la Commedia Sexy all’Italiana, devo ricordarti l’attacco delle femministe ai film interpretati da Lando Buzzanca.

  12. i tuoi commenti sono sicuramente antifemminili, ti hanno potato la domanda di Iulz a cui non hai risposto. chi se ne frega cosa fai quando vedi una donna o che non te ne frega niente di loro? problemi tuoi che ti impediscono di godere una nomale commedia. Cambia andrologo.
    Chiedo la chiusura dei commenti su questo articolo che ormai rischiano solo di andare off topic e nn portare alcun contributo utile (fabrizio tra 2 settimane sarà ancora qui a parlare da solo)

  13. Fai il sordo, e ti piace vedere uomini umiliati dalle donne!

    Lara Croft è una boia, psicopatica misandrica!
    Anche queste due messicane sono misandriche!

  14. Se hai piacere a vedere questo film, hai piacere a vedere film con carri carichi di donne morte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>