Al cinema dal 6 aprile 2012: Act of Valor, Amore Liquido, Biancaneve, Good as You, Piccole bugie tra amici, Pirati! Briganti da strapazzo, I più grandi di tutti, Pollo alle prugne, Titanic

di Diego Odello Commenta

Questo weekend troverete al cinema dieci nuovi film. I principali, il film d’azione Act of Valor, il film d’animazione Pirati! Briganti da strapazzo, la commedia italiana I più grandi di tutti e il fantastico americano Biancaneve, sono usciti mercoledì, altri come la prima commedia gay italiana Good as you, il francese Piccole bugie tra amici, il drammatico Pollo alle prugne, e la versione 3D di Titanic, esordiranno oggi. Chiudono il quadro il drammatico italiano Amore liquido, che aveva già fatto capolino al cinema nell’agosto del 2010, e il documentario sul motociclismo Fastest – Il più veloce in sala solo oggi.

Act of Valor (azione, di Mike McCoy, Scott Waugh, con Alexander Asefa, Jeffrey Barnachea, Kenny Calderon, Rual Canizales II, Drea Castro, Sam Cespedes): ACT OF VALOR ha come protagonisti un gruppo di autentici effettivi delle forze speciali della Marina Militare statunitense. Cronaca romanzata di un’autentica operazione portata a termine dalle United States Navy Sea, Air & Land forces (SEAL), Act Of Valor accompagnerà il pubblico in un viaggio adrenalinico in un mondo imprevedibile pieno di pericoli. Un film che entrerà nella storia di Hollywood. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Amore Liquido (drammatico, di Marco Luca Cattaneo, con Stefano Fregni, Sara Sartini, Simonetta Solder, Pina Randi, Martina Capannini, Carlotta Bergamo, Debora Bradarelli, Ramona): Mario è un quarantenne operatore ecologico della città di Bologna affetto da pornodipendenza. Durante il mese di agosto Mario è costretto a rimanere in città quando questa praticamente si svuota e diviene una sorta di città fantasma. Vive nel centro storico della città con l’anziana madre costretta, dopo un ictus, su una sedia a rotella e alle cure costanti di Olga, un’infermiera rumena di cinquanta anni che la accudisce quando Mario è al lavoro. Durante questo periodo Mario però fa un incontro tanto casuale quanto inaspettato con Agatha, una giovane ragazza madre che irromperà nella sua vita, fino a quel momento monotona e solitaria, come un vero e proprio ciclone, risvegliando in lui affetti e sentimenti da tempo sopiti e con i quali Mario sarà costretto a fare i conti. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Biancaneve (fantastico, di Tarsem Singh, con Lily Collins, Julia Roberts, Armie Hammer, Nathan Lane, Mare Winningham, Michael Lerner, Robert Emms, Sean Bean, Jordan Prentice, Mark Povinelli, Joe Gnoffo, Danny Woodburn, Sebastian Saraceno, Martin Klebba, Ronald Lee Clark): Dopo la scomparsa dell’amatissimo Re (Sean Bean), la perfida moglie (Julia Roberts) assume il controllo del regno e tiene la bellissima figliastra diciottenne, Biancaneve (Lily Collins), rinchiusa nel palazzo. Ma quando la principessa conquista il cuore di un affascinante e ricco principe di passaggio (Armie Hammer), la Regina, in preda alla gelosia, relega la ragazza in una foresta vicina. Biancaneve trova ospitalità presso una simpatica gang di sette nani ribelli e generosi, che la aiutano a trovare il coraggio di lottare per salvare il suo paese dalla Regina Cattiva. Insieme ai suoi nuovi amici, Biancaneve parte alla riconquista del trono che le spetta di diritto e del cuore del suo adorato Principe, in una commedia magica ed avventurosa che catturerà l’immaginazione degli spettatori di tutto il mondo. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Good as You (commedia, di Mario Lamberti, con Enrico Silvestrin, Lorenzo Balducci, Daniela Virgilio, Lucia Mascino, Elisa Di Eusanio, Diego Longobardi, Micol Azzurro, Luca Dorigo): Liberamente tratto dall’omonima commedia teatrale, GOOD AS YOU di Mariano Lamberti (che richiama il “Good As You” slogan del movimento omosessuale durante le marce di protesta alla fine degli anni ’60) è la prima “gay comedy” tutta italiana. Il film racconta con semplicità e ironia l’intreccio e le storie di otto amici, tutti rigorosamente gay, alleprese con amori, imprevisti, sorprese, gioie e dolori, nevrosi sentimentali, frustrazioni lavorative, piccoli e grandi tradimenti. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Fastest – Il più veloce (documentario, di Mark Neal): girato tra il 2010 e il 2011 Fastest, il più veloce prende il nome dal Fastest Lap, che nel motociclismo indica il più rapido giro della pista, e racconta sul grande schermo attraverso il mito di Valentino Rossi e la voce narrante di Ewan McGregor l’emozionante ed impressionante realtà del Campionato del Mondo MotoGP: le cadute più difficili, l’impegno, il coraggio e la passione che questo sport richiede ed esige dai suoi protagonisti.

Piccole bugie tra amici (commedia, di Guillaume Canet, con Francois Cluzet, Marion Cotillard, Benoit Magimel, Gilles Lellouche, Jean Dujardin, Laurent Lafitte, Valérie Bonneton, Pascale Arbillot): Nonostante un fatto orribile li abbia sconvolti, un gruppo di amici decide di partire come ogni anno per le vacanze al mare. La loro amicizia, le loro certezze, le colpe e gli amori saranno messi a dura prova. Alla fine saranno costretti a svelare tutti i loro piccoli segreti e le loro piccole bugie.

Pirati! Briganti da strapazzo (film d’animazione, di Peter Lord, Jeff Newitt): In Pirati! Briganti da strapazzo, Hugh Grant (Christian De Sica nella versione italiana) interpreta il suo primo ruolo animato nella parte del barbuto Capitan Pirata, inguaribile entusiasta e terrore dei mari, anche se talvolta di poco successo. Con un equipaggio di straccioni al suo fianco, e apparentemente cieco davanti alle stranezze che gli si presentano davanti, il Capitano ha un sogno: sconfiggere i suoi acerrimi nemici Black Bellamy (Jeremy Piven) e Cutlass Liz (Salma Hayek) per ricevere il sognato premio di Pirata dell’Anno. E’ un viaggio che porta i nostri eroi dalle spiagge dell’esotica Blood Island alle strade nebbiose della Londra vittoriana. Nel cammino combattono contro una regina diabolica (Imelda Staunton) (Luciana Littizzetto nella versione italiana) e si uniscono a un giovane e infelice scienziato (David Tennant), senza perdere mai di vista quello che un pirata ama di più: l’avventura!

I più grandi di tutti (commedia di Carlo Virzì, con Claudia Pandolfi, Alessandro Roja, Marco Cocci, Corrado Fortuna, Dario Cappanera, Niccolò Belloni, Francesco Di Gesù, Claudia Potenza, Catherine Spaak): sono passati quindici anni da quando a Rosignano Solvay, piccolo centro del litorale tirrenico, impazzavano i Pluto, vitaminica rock band conosciuta nel circuito alternativo e con un paio di album all’attivo. Poi la storia e` finita, hanno litigato e il cantante Mao, la bassista Sabrina, il batterista Loris e il chitarrista Rino si sono persi di vista. Un giorno Loris riceve una mail da Ludovico, un giornalista, fan scatenato del gruppo: bisogna fare un documentario sulla band. Nessuno ha voglia di confrontarsi con la memoria, ma Ludovico non molla e i rocker di un tempo ritornano e questa volta…

Pollo alle prugne (drammatico, di Vincent Paronnaud, Marjane Satrapi, conIsabella Rossellini, Maria de Medeiros, Golshifteh Farahani, Mathieu Amalric, Jamel Debbouze, Chiara Mastroianni, Edouard Baer, Eric Caravaca, Frédéric Saurel, Dustin Graf): La vita è un sospiro e Nasser Ali ha imparato a catturarlo con la sua musica. Per tutta la vita ha suonato il suo amore negato, ma quando sua moglie, una donna che non ama, rompe il suo prezioso Stradivari Nasser parte alla ricerca di un nuovo strumento. Incontrerà diavoli, matti, saggi, amori perduti, per scoprire lo straordinario segreto che era nascosto nelle sue note… RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Titanic (drammatico/romantico, di James Cameron, con Leonardo Di Caprio, Kate Winslet, Billy Zane, Kathy Bates, Frances Fisher, Bill Paxton, Gloria Stuart): Il transatlantico Titanic, considerato un gioiello tecnologico e il più lussuoso piroscafo da crociera mai realizzato, salpa dall’Inghilterra il 10 aprile 1912 con oltre 1500 passeggeri a bordo per il suo viaggio inaugurale. I viaggiatori sono collocati in tre classi, riflesso delle differenze sociali. Ma il destino porta ad annullare queste differenze tra Rose De Witt Bukater (rappresentante dell’alta borghesia americana, soffocata dal peso dei ruoli e dagli obblighi della società) e Jack Dawson, giovane disegnatore libero e indipendente, passeggero di terza classe. RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>