Al cinema dal 29 aprile 2011: Thor, Source Code, Angèle e Tony, I baci mai dati, Diciottanni – Il mondo ai miei piedi, Malavoglia, Noi insieme adesso – Bus Palladium, Notizie degli scavi, Il sesso aggiunto

di Diego Odello Commenta

Sono ben nove i film che usciranno questo weekend al cinema: il favorito alla corsa al box office italiano è Thor (anche se ha esordito nelle nostre sale già mercoledì), con Source Code pronto a rubargli pubblico. Delle altre sette novità ben cinque sono italiane: Diciottanni – Il mondo ai miei piedi, I baci mai dati, Malavoglia, Il sesso aggiunto e Notizie degli scavi, mentre i rimanenti due sono i francesi Angèle e Tony e Noi insieme adesso – Bus Palladium.

Dopo il salto potete leggere le sinossi ufficiali, visionare le locandine, scoprire i nomi di tutti i protagonisti, e cliccare sui link delle recensioni dei film che troverete da oggi al cinema.


Angèle e Tony (drammatico, di Alix Delaporte con Clotilde Hesme, Grégory Gadebois, Evelyne Didi, Jérôme Huguet, Antoine Couleau): un piccolo porto di pesca in Normandia. Angela ha delle buone ragioni per costruirsi una nuova vita quando incontra Tony, un pescatore in cerca d’amore…

I baci mai dati (drammatico, di Roberta Torre, con Beppe Fiorello, Donatella Finocchiaro, Piera Degli Esposti, Carla Marchese, Pino Micol): Manuela, tredici anni vissuti a Librino, un quartiere “modello”, periferico e degradato di Catania, un giorno si inventa di poter fare miracoli. La gente non desidera che crederle e lei, che vorrebbe solo ritagliare donne di carta per i suoi collage, andare al mare con il fidanzato e sognare sogni dove vivono donne con capelli di zucchero filato che finalmente si lasciano pettinare e madri accoglienti e rotonde che sorridono sempre, si ritrova, in men che non si dica, quasi santa. Da quel momento irrompe nella sua vita un’umanità affamata e bisognosa che le chiede di tutto: dal posto di lavoro perduto alla vincita al Totocalcio, da un sogno mai realizzato a un cambio di personalità e, chissà, di vita. Mentre sua madre Rita intravede la possibilità di farne un commercio, Manuela osserva e sgrana gli occhi davanti a tutti quelli che le sfilano davanti come marionette impazzite… Si spaventa e vorrebbe smettere di fare la santa, ma non è più così facile. Perché suo malgrado un miracolo accade davvero.

Diciottanni – Il mondo ai miei piedi (drammatico, di Elisabetta Rocchetti, con Marco Rulli, Alessia Barela, Monica Cervini, G-Max, Marco Iannitello, Rosa Pianeta, Elisabetta Rocchetti, Nina Torresi): Ludovico è un diciottenne di prorompente bellezza che non riesce a vivere la sua età. Orfano da quando era piccolo e cresciuto da uno zio vizioso e meschino, ricerca nelle donne, in particolare in quelle più grandi, l’amore incondizionato, nel tentativo di riempire il proprio vuoto affettivo, ma senza riuscirci davvero. Quando Ludovico s’innamora di Giulia, amante di suo zio, sarà costretto ad aprire gli occhi sulla propria situazione familiare e sentimentale. Dopo aver toccato il fondo spirituale e morale, Ludovico cercherà di ritrovare se stesso e diventare un ragazzo come gli altri della sua età. Recensione in anteprima.

Malavoglia (drammatico, di Pasquale Scimeca, con Antonio Ciurca, Giuseppe Firullo, Omar Noto, Greta Tomaselli, Doriana La Fauci): un giorno di un anno qualsiasi, agli albori del terzo millennio: ‘Ntoni Malavoglia assiste a uno sbarco di clandestini. Sulla nave c’è Alef, che approfittando della confusione riesce a scappare. ‘Ntoni l’aiuta; gli trova un lavoro nelle serre e una casa nel vicolo dove abita con la sua famiglia. I Malavoglia sono pescatori. Possiedono una barca, la Provvidenza, e una casa, che tutti chiamano “La casa del Nespolo”. La famiglia è composta dal nonno Padron ‘Ntoni, da Bastianazzo, dalla moglie Maruzza e dai figli ‘Ntoni, Mena, Alessi e Lia. ‘Ntoni ha vent’anni e gli altri sono tutti più piccoli. Sono ragazzi poveri, che a malapena hanno finito le scuole dell’obbligo. Una notte la Provvidenza fa naufragio e Bastianazzo muore. La famiglia inizia così a disgregarsi…

Noi, insieme, adesso – Bus Palladium (commedia dramamtica, di Christopher Thompson, con Marc-André Grondin, Arthur Dupont, Elisa Sednaoui, Géraldine Pailhas, François Civil, Jules Pelissier, Abraham Belaga, Karole Rocher, Dominique Reymond, Naomi Greene): un gruppo di amici accumunati dalla passione per la musica, mettono su un gruppo, incidono un disco e partono per una tournee. Le cose sembrano andare bene, ma quando emergono le ambizioni personali, il futuro della band sembra vacillare. La situazione si complica ulteriormente quando il cantante ed il chitarrista si invaghiscono della stessa ragazza…

Notizie degli scavi (drammatico, diretto da Emidio Greco, con Giuseppe Battiston, Ambra Angiolini, Iaia Forte, Giorgia Salari): il “professore”, è un quarantenne dall’aspetto scialbo, dall’espressione assorta e stupita. Apparentemente chiuso alla coscienza, ha nei confronti delle cose un’attenzione spiazzante e imprevedibile, che lo porta a distrarsi, inseguendo il filo di un pensiero spesso incongruo rispetto alle contingenze. Conduce una grama vita di tuttofare in una casa equivoca, a Roma, finché la piattezza della sua vita viene scossa dalla conoscenza della Marchesa, una prostituta che in passato era una della casa, e che ha tentato di suicidarsi per una delusione d’amore. Il “professore” si reca a trovarla in ospedale e in un crescendo di attenzioni, di piccoli favori, di gesti semplici e gentili complicità, sembra che tra i due possa nascere un improbabile sentimento di simpatia. Recensione in anteprima

Il sesso aggiunto (drammatico, diretto da Francesco Antonio Castaldo, con Giuseppe Zeno, Myriam Catania, Valentina D’Agotino, Lino Guanciale, Gigi Savoia, Cloris Brosca, Gioia Spaziani, Paco Reconti): Alan è un tossicodipendente che vive la sua fragilità in balia di un’esistenza fatta di contraddizioni. La percezione di aver smarrito se stesso e il suo inconscio desiderio di ritrovarsi, lo portano a compiere un percorso di auto-psicanalisi fino a sentire pulsare dentro di sé, dopo tanto, quel “dio” che è in ciascuno di noi. È proprio quel “dio”, “l’amore”, che può permettere a chiunque di uscire da ogni forma di dipendenza, da ogni forma di schiavitù. Recensione in anteprima.

Source Code (thriller, diretto da Duncan Jones, con Jake Gyllenhaal, Michelle Monaghan, Vera Farmiga, Jeffrey Wright, Russell Peters, James A. Woods, Michael Arden, Cas Anvar, Joe Cobden): Colter è un soldato che fa parte di un programma governativo sperimentale per le investigazioni su un attacco terroristico. Si trova quindi costretto a vivere e rivivere, attraverso la tecnologia, la tragedia di un treno fatto esplodere da una bomba fino a che non riesce ad individuare gli attentatori. Ad aiutarlo nel suo viaggio attraverso il tempo e lo spazio ci sarà un ufficiale di collegamento, mentre sul treno verrà supportato e s’innamorerà di una ragazza. Recensione in anteprima.

Thor (azione/fantastico, diretto da Kenneth Branagh, con Chris Hemsworth, Natalie Portman, Kat Dennings, Anthony Hopkins, Idris Elba, Stellan Skarsgård, Tom Hiddleston, Ray Stevenson, Rene Russo, Clark Gregg, Jaimie Alexander, Colm Feore, Stan Lee): l’avventura epica Thor estende l’Universo Marvel dalla Terra dei nostri giorni al mistico regno di Asgard. Al centro della storia c’è il potente Thor, guerriero potente ma arrogante, le cui azioni irresponsabili rimettono in moto una antica guerra. Come conseguenza al suo comportamento, Thor viene cacciato sulla Terra dove è costretto a vivere tra gli umani. Quando il cattivo più pericolo del suo mondo manda le sue forze oscure per invadere la Terra, Thor impara quel che serve per diventare un vero eroe. Recensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>