I 5 biopic sugli scrittori da non perdere

di Cinemaniaco Commenta

La letteratura è una continua fonte di spunti per il cinema, e ancora di più lo sono gli scrittori stessi, con le loro vite fantastiche, tormentate e ispirate.

Molti protagonisti di film sono scrittori, poeti, drammaturghi, e moltissimi sono realmente esistiti. Una delle ultime news riguarda lo scrittore Lewis Carroll, quello di “Alice nel paese delle meraviglie”, la cui vita sarà oggetto di un film diretto da Seth Gordon.

Approfittando di questa news, ecco alcuni fra i migliori biopic, più o meno fedeli, degli artisti della penna.

1) Truman Capote – A sangue freddo

È un film del 2005, diretto da Bennett Miller, basato sulla vita dello scrittore statunitense Truman Capote, in particolare sul lavoro di ricerca e approfondimento svolto dall’autore in preparazione del suo romanzo “A sangue freddo”. Capote è interpretato da un grande Philip Seymour Hoffman, che per il ruolo vinse il premio Oscar. Il film mette in scena l’ossessione dello scrittore di portare a termine un romanzo controverso, e che mette sul piatto le ragioni dell’arte contro quelle dell’etica.

 

2) Urlo

È un film del 2010 scritto e diretto da Rob Epstein e Jeffrey Friedman, che racconta la vita del celebre poeta beat Allen Ginsberg, interpretato da James Franco. Il film affronta il difficile processo per oscenità del 1957, aperto dopo la pubblicazione del libro Urlo. Un fluire di frammenti poetici, documentaristici, animati e allucinati, che confluisce in un film che è un viaggio tra luci e ombre. Di recente Allen Ginsberg ha avuto un altro volto, quello di Daniel Radcliff, nel film “Giovani ribelli”, ampiamente ispirato alla vita del gruppo di scrittori della beat generation, che volevano, ad ogni costo, cambiare il mondo.

3) The Hours

È un film del 2002 diretto da Stephen Daldry, la storia di tre donne legate dal romanzo “Mrs Dalloway” scritto da Virginia Woolf. Film complicato, nevrotico, doloroso e molto “letterario”. La scrittrice Virginia Woolf è interpretata da una bravissima Nicole Kidman, alle prese con il suo esaurimento che la porterà alla morte. Fortemente influenzate dalla scrittura della Woolf, le vite di altre due protagoniste (Julianne Moore e Meryl Streep), ambientate in tempi successivi, altrettanto problematiche e angoscianti, bravissime le attrici.

 

4) Neverland – Un sogno per la vita

È un film del 2004 diretto da Marc Forster ed interpretato, tra gli altri, da Johnny Depp, Kate Winslet e Dustin Hoffman. La pellicola narra, tra verità e fantasia, la vita dello scrittore James Matthew Barrie, autore di Peter Pan. Il protagonista è Johnny Depp, perfettamente a suo agio nell’interpretare un uomo al quale le cose non stavano andando bene, né sul lavoro, né per ciò che resta del suo matrimonio. E poi arriva la magia, gli incontri che ti cambiano la vita, e la fantasia inizia a far volare la sua mente e grazie ai suoi sogni inizia la rinascita. Un film per chi vuole rinascere, sognare, come un bambino.

5) Poeti dall’inferno

È un film del 1995 diretto da Agnieszka Holland. La sceneggiatura, basata sulle lettere e sulle opere, è il racconto della complicata relazione sentimentale tra Paul Verlaine e Arthur Rimbaud. Il film non ha riscosso grandissimo successo, in Italia è stato addirittura vietato ai minori. Detto ciò è un film che merita per la bella interpretazione del giovane DiCaprio nelle vesti del poeta maledetto Rimbaud.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>