Woody Allen parla di Mezzanotte a Parigi e Nero Fiddled

di Pietro Ferraro Commenta

Il Corriere della Sera ha intervistato il regista Woody Allen in occasione dell’uscita nelle sale il prossimo 2 dicembre di Mezzanotte a Parigi (la nostra recensione in anteprima), il regista coglie l’occasione per parlare della Parigi che in gioventù l’ha stregato e in cui avrebbe voluto trasferirsi e che ancora oggi resta un suo grande rimpianto, così l’ha voluta omaggiare attraverso un film che la mostrasse misteriosa, fascinosa e artisticamente feconda.

Allen a proposito della scelta di Parigi come location:

Nel film c’è tutta la “mia” Parigi…non si tratta di nostalgia non vorrei vivere in altra epoca che questa. Non so pensare come doveva essere andare dal dentista prima dell’anestesia…E’ vero però che oggi anche le città più belle sono sfregiate da brutture e volgarità. Il cinema permette di spazzarle via, di fare salti nel tempo, incontri meravigliosi.

Per il suo prossimo film Allen pensa ad un ritorno a casa in quel di New York:

Per il mio prossimo film probabilmente tornerò a casa, a New York, ma certo girerò ancora in Europa. Penso alla Germania, ad Amburgo, a Berlino, ma anche a Stoccolma.

Allen parla della Roma cinematografica e quella del suo nuovo film:

Per me Roma era una città in bianco e nero…un luogo affollato di personaggi vivaci, grossi e allegri, che chiacchierano tanto, con il culto della famiglia…Oggi naturalmente è cambiato tutto. adesso è una città a colori. A tinte forti. Molto divertente.

A proposito di Roberto Benigni:

Quanto a Benigni è stato un piacere lavorare con lui. E’ fantastico, più di quanto immaginassi. Come i grandi comici da Chaplin a Keaton ha un lato tragico che lo rende interessante e complesso.

Come mai il cambio di titolo da Bop Decameron a Nero Fiddled:

Con mia grande sorpresa ho scoperto che nessuno conosceva il Decameron. Quando lo nominavo mi guardavano con gli occhi sbarrati, non solo negli Stati Uniti, ma anche in Italia. Nero Fiddled evoca Nerone che suona la cetra. C’è sempre qualcuno che se la spassa mentre la città brucia.

(Photo Credits | Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>