I segreti del nuovo film di Papaleo, Una Piccola Impresa Meridionale

di Cinemaniaco Commenta

Sud, calore, sapore. Stupore. Scandali. Tabù. C’è tutto questo in “Una Piccola Impresa Meridionale”, il nuovo film di e con Rocco Papaleo. Un film che prende le mosse nella sua Basilicata, terra che da sempre compare nella formazione artistica e nella produzione del famoso attore italiano.

Questa esperienza in cabina di regia lo vede protagonista, di concerto con Riccardo Scamarcio e Barbara Bobulova per una commedia divertente e in qualche modo tradizionalista.

“Il paese è piccolo…”

La storia è degna di nota. Si parla di Don Costantino, un ex parroco che viene esiliato dalla madre. Lei è Mamma Stella, presenza granitica, pittoresca, figura che porta avanti una famiglia. Figura che emerge in ogni nucleo familiare nel meridione, ancora oggi. Stella decide di confinare l’ex Parroco presso un vecchio faro dismesso, nascondendolo da tutto e da tutti per fare in modo che in Paese non si sappia che Costantino non è più “Don”. Il prete, infatti, si è “spretato”.

Come se non bastasse, la storia di Costantino non è l’unica preoccupazione di Mamma Stella. Sua figlia Rosa, sorella di Costantino, ha lasciato suo marito Arturo ed è partita con un amante misterioso chissà dove. Una fuga d’amore in piena regola.

Come si suol dire, “Il paese è piccolo e la gente mormora”. Figuriamoci se gli scandali sono ben due.

Sul Set

Il faro dello scandalo

Malgrado gli sforzi di Mamma Stella, però, le cose non si mettono bene. Il vecchio faro in disuso, che appartiene alla famiglia di Costantino e che dovrebbe assicurargli un isolamento, comincia ad attirare personaggi bizzarri, trasformandosi via via in un rifugio di peccagtori. Presto arriverà a far compagnia all’ex prete un’ex prostituta. Le si chiama Magnolia. Poi arriva Arturo, il cognato cornuto di Costantino. Tutto si mette ancora peggio quando una stravagante ditta di ristrutturazioni viene chiamata per riparare il tetto del faro. Equivoci, colpi di scena, scandali, risate. C’è tutto in “Una piccola impresa meridionale”, al cinema dal 17 ottobre.

Clip: “Mi volevate morta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>