Schindler’s List, vent’anni dopo. Lacrime in Blu-ray

C’è una ferita che non si rimarginerà mai nella storia dell’umanità. Prende il nome di Shoah ed è stata inferta al mondo dalle lunghe leve del nazismo. Ci hanno provato in tanti ad esorcizzarla. Da Roberto Benigni a Primo Levi, da Roman Polański a Steven Spielberg. Proprio quest’ultimo, esattamente 20 anni fa, segnò una pagina importante nella letteratura cinematografica con “Schindler’s List”. Esce in questi giorni, la definitive edition in Blu-Ray.

La vita è bella, La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler, Lara Croft Tomb Raider, Destini incrociati, Schindler’s list – La lista di Schindler, stasera in tv

Il 27 gennaio è una data storica di vitale importanza. E’ la Giornata della Memoria, in ricordo delle vittime dell’Olocausto e delle persecuzioni naziste sugli ebrei.

La televisione programma i propri palinsesti per invitare tutti a partecipare alla riflessione.

La Shoah è una ferita ancora aperta sul corpo dell’umanità, che probabilmente non si richiuderà mai.

Come dimenticare la morte di sei milioni di ebrei?

Potremmo anche chiederci se è giusto dimenticarla. Per certi versi, forse, no. La Giornata delle Memoria, come afferma la sigla stessa, è un pretesto per tenere sempre in considerazione quanto accaduto nel 1945.

La premessa è necessaria per introdurre alcune delle pellicole di questa sera. Ognuna di loro, soprattutto quelle dedicate al tema trattato sin qui, non hanno bisogno di alcuna presentazione.

Ecco tutti i film in programma questa sera:

La vita è bella (Rai 1, 21.30)

La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler (Rai Movie, 21.15)

Lara Croft Tomb Raider (Italia 1, 20.50)

Destini incrociati (Rete 4, 21.30)

Schindler’s list – La lista di Schindler (Iris, 21.07)

la giornata della memoria, video musicale di Schindler’s List

Oggi ricorre La giornata della memoria e per celebrarla abbiamo scelto per voi una clip musicale con le immagini del film Schindler’s List, ispirato al romanzo La lista di Schindler di Thomas Keneally basato a sua volta sulla vera storia di Oskar Schindler. Spielberg con questo film si aggiudicò nel 1993 l’Oscar per la Miglior regia e il Miglior film.

10 film biografici da premio Oscar

Visto l’approssimarsi della notte degli Oscar 2011 e visto che tra i nominati per il miglior film dell’anno figurano ben due pellicole biografiche come lo storico Il discorso del re e lo sportivo The Fighter, abbiamo pensato di stilare una classifica con le nostre dieci migliori biopic da Oscar che a partire dagli anni ’70 abbiano vinto o siano state ammesse nella rosa dei candidati alla prestigiosa statuetta.

Il compito si è rivelato oltremodo arduo perchè le storie vere, i fatti di cronaca e le vite dei grandi personaggi che hanno fatto la storia non si sono dimostrate solo materia prima da sogno americano formato hollywoodiano, ma anche materia ricorrente e decisamente molto gradita nella selezione effettuata annualmente dall’Academy, selezione che dagli anni ’70 ad oggi ha visto una quarantina di pellicole dal formato biografico approdare alle nomination con ben 11 vittorie nella categoria miglior film, vittorie tra cui spiccano kolossal come Ghandi (1983) di Richard Attenborough e L’ultimo Imperatore (1988) di Bernardo Bertolucci, disastri che hanno segnato la storia come quello narrato nel Titanic di Cameron o vite di menti geniali irrimediabilmente minate dalla malattia come quella del matematico e premio Nobel John Forbes Nash jr. nel memorabile A beautiful mind (2001) di Ron Howard.

Dopo il salto trovate la nostra classifica completa di trailer, naturalmente per qualsiasi segnalazione o aggiunta alla nostra top ten lo spazio commenti è a vostra disposizione.

Recensione: Il pianista

Wladyslaw Szpilman (Adrien Brody) è un talentuoso pianista ebreo che suona per una radio di Varsavia, ma con l’avvento della seconda guerra mondiale e la conseguente invasione della Polonia, Varsavia viene occupata e nella città vengono applicate le famigerate leggi razziali.

Szpilman prima viene licenziato dalla radio in cui lavora ed è costretto a lavorare per locali frequentati da soli ebrei, poi il cerchio si stringe e anche quella possibilità gli viene preclusa.

La famiglia del giovane sta per essere deportata, ma il provvidenziale intervento di un poliziotto ebreo salva in extremis Szpilman, che così evita l’ultimo e definitivo viaggio a bordo dei tristemente famosi treni della morte.

I 10 film più belli della storia del cinema: Le ali della libertà mette d’accordo maschi e femmine

I giudizi sono il pane quotidiano delle persone: siamo tutti allenatori, giurati, critici, tutti amiamo mettere in fila tre o più persone, definire il vincitore di una competizione, creare un podio, il terzetto ideale o la top ten di ogni argomento.

Per quanto riguarda il cinema, IMDb, l’Internet Movie Database rappresenta non solo una fonte piena di spunti interessanti, dove poter trovare ogni elemento tecnico di un film, ma anche curiosità e classifiche, come quella dei film più belli secondo gli utenti, che sono veramente tanti. Al primo posto, un indiscusso The Shawshank Redemption de 1994, da noi conosciuto come Le Ali della Libertà, con Morgan Freeman e un fantastico Tim Robbins.

Al secondo posto si piazza The Godfather (Il Padrino, 1972), ma, se andiamo a vedere la classifica per sesso, i maschietti lo confermano come numero due indiscusso, mentre le donne lo relegano all’ottavo posto preferendogli l’ultimo Batman, Il cavaliere Oscuro, che per i maschi, e nella classifica generale, si posiziona sul gradino più basso del podio.