Star Wars: Episodio VII, Christina Chong nel cast

Nuovi arrivi sul set di “Star Wars: Episodio VII”. Ormai questo sembra il set più movimentato del momento, e infatti la nuova arrivata nella grande famiglia di Guerre Stellari è l’attrice britannica Christina Chong.

star-wars-7

Nel cast ci sono già Adam Driver, John Boyega, Daisy Ridley, Oscar Isaac, Mark Hamill, Carrie Fisher, Andy Serkis,

Viaggio nel mondo dei cattivi: l’istinto del male da Alex a Dart Fener

La nona sinfonia di Beethoven non è mai stata così inquietante prima che Alex DeLarge decidesse che “il buon vecchio Ludovico Van” è il suo compositore preferito.

arancia

Con il personaggio di “Arancia Meccanica” interpretato da Malcom McDowell, siamo oltre la cattiveria, ultracattiveria si potrebbe dire.

Il drugo in tuta bianca, bombetta e bretelle, adora dedicarsi ai suoi hobby preferiti, che a parte la musica classica, comprendono l’andare in giro per la città seminando il panico a casa della gente, devastare gratuitamente tutto ciò che incontra il suo cammino, comprese le persone. Il tutto naturalmente in compagnia dei suoi compagni di merende (la loro merenda preferita è il lattepiù), sempre pronti all’esercizio dell’ultraviolenza.

Classifica dei 10 film che hanno vinto più Oscar

Esistono ben 10 capolavori cinematografici che, ancora oggi, possono vantarsi di aver raggiunto un importante primato. Quello degli Oscar aggiunti al loro palmares personale. Si tratta di opere che ci hanno fatto sognare, emozionare e commuovere. Opere classiche, sempreverdi, immortali. Le dieci pellicole in questione, hanno il grande merito di aver portato in sala milioni di spettatori. A pieno titolo, si sono meritate la definizione di “cult”.

titanic

Sarà il regista di “Lost” a dirigere il nuovo “Guerre Stellari”

Scatta il tam-tam sul toto-regista di “Guerre Stellari – Episodio 7”. Chi sarà? Le voci, come dice il detto, vanno veloci e la curiosità dei fan, è proprio il caso di dirlo, sale alle stelle.

L’episodio numero sette della fortunatissima saga creata da George Lucas, con ogni probabilità, avrà un padrino d’eccezione. A dirigerlo potrebbe essere J.J. Abrams, colui che ha reso grandi due serie tv del calibro di “Alias” e (soprattutto) “Lost“.

“Breaking News! Right now!”

Facciamo un passo indietro: a novembre, intervistato in merito alla questione, lo stesso J.J. Abrams aveva detto di non essere disponibile a dirigere il capitolo numero sette di “Star Wars”. La motivazione? Abrams aveva detto dio avere a disposizione del materiale originale sul quale stava lavorando negli ultimi tempi.

A distanza di qualche mesi, però, la notizia rimbalza in maniera insistente su alcune tra le più grosse testate dedicate all’universo di Hollywood. Da The Wrap a Hollywood Reporter, passando Daily Variety.

Qualcosa, dunque, sembra essere cambiato.

“Da piccolo preferivo Star Wars a Star Trek”

J.J. Abrams è un’icona della tv di fantascienza, dopo aver cambiato il volto a questo genere negli ultimi anni. Chi pensa che sia un novellino dal punto di vista cinematografio, però, dovrà ricredersi.

Abrams ha già diretto “Mission Impossible 3”, ed è in uscita con il suo secondo film della saga concorrente di di Guerre Stellari.

Non si può certo dire che sotto questo punto di vista sia coerente, soprattutto se a ciò si aggiunge che Abrams ha dichiarato di preferire “Star Wars” a “Star Trek” sin da quando era bambino, con buona pace (?) dei fan del capitano Kirk.

Ironia a parte, il New York Times conta di dare l’annuncio ufficiale del nuovo regista di “Star Wars 7” già nelle prossime ore.

 

Trama e sceneggiatura

Per il momento sappiamo che la nuova trilogia dedicata a Obi Wan Kenobi, Darth Vader, Yoda e Luc Skywalker sarà prodotta dalla Disney, diventata qualche tempo fa proprietaria della Lucasfilm, casa produttrice dell’omonimo regista-demiurgo dell’universo di “Star Wars”.

Il film, il primo dei tre, dovrebbe uscire nel 2015.

In cabina di regia dovrebbe esserci dunque Abrams, mentre la sceneggiatura dovrebbe essere scritta da Michael Arndt, diventato famoso per “Little Miss Sunshine”.

Le indiscrezioni in circolo sulla trama, al momento, sono ben poche. Cronologicamente parlando, il settimo episodio, che è il primo ad uscire sotto l’egidia di Disney, sarà originale e non verterà su una riproduzione di libri o fumetti già editi. Per l’esattezza seguirà dal punto di vista temporale “Il ritorno dello Jedi”, uscito trent’anni fa.

#J.J.Abrams & #StarWars

Successivamente alle voci di corridoio rimbalzate da rivista a rivista, su Twitter sono immediatamente apparsi come trending topic sia “J.J. Abrams” che “Star Wars“.

I primi commenti sulla possibile presenza di Abrams dietro la macchina da presa sono di natura ironica:

Il Millennium Falcon precipiterà su un’isola

Ci vorrà una trilogia solo per capire su che pianeta si svolge“.

Certo è che mettere il regista di una serie-capolavoro a dirigere l’episodio di una saga-capolavoro è un’operazione con un ampio margine di sicurezza sulla riuscita di quest’ultimo.

La domanda è: riuscirà Abrams a convincere quei puristi che non vorrebbero il capitolo 7?

Classifica dei più ‘cattivi’ della storia del cinema

A volte uno schermo non basta a proteggerci dal ‘male‘. Quando il ‘male’ è fatto ad arte però, paradossalmente è meglio così. E poi le storie a lieto fine talvolta fanno ancora più paura delle storie con un finale amaro. Quando si torna alla realtà ci si rende conto che non assomiglia al racconto che se ne da in un film dolce. Meglio, dunque, intersecare i fili dell’animo umano malvagio privilegiando la verità, anche nelle sue forme più crude e dirette. Nelle sue forme più gelide.

Questo gioco di parole (voluto) è atto a introdurre una domanda: quanto fa bene guardare un film con i ‘cattivi’?

Quando il film è fatto come si deve, si intende, c’è solo da divertirsi e soffrire senza schierarsi dalla parte dei buoni.

Questa sensazione l’abbiamo provata almeno una decina di volte durante il nostro rapporto con la settima arte.

Inizialmente, nei nostri piani c’era la volontà di far uscire questa classifica dopo l’uscita di Django Unchained, dal momento che uno come Quentin Tarantino, da sempre amante dei personaggi ‘cattivi’, ha rivelato che Di Caprio lo è esageratamente. (E se lo dice lui..).

Ma la voglia di parlare dei più perfidi e spietati era troppa. Eccoci dunque qui a stilare un elenco letale.

I 5 PIU’ CATTIVI DELLA STORIA DEL CINEMA

1 Hannibal Lecter (Anthony Hopkins ne Il silenzio degli innocenti);

2 John Doe (Kevin Spacey in Seven);

3 Norman Bates (Anthony Perkins in Psycho);

4 Darth Vader (David Prowse in Guerre Stellari);

5 Castor Troy (Nicholas Cage in Face/Off);

Star Wars, gli ombrelli di Guerre stellari

Oggi per lo spazio gadget vi proponiamo 3 ombrelli che fanno parte del merchandise ufficiale dedicato alla saga di Star Wars, ombrelli che oltre ad essere griffati Guerre stellari hanno la peculiarità di riprodurre le impugnature delle diverse spade laser, luminescenza inclusa dei cavaliere Jedi Anakin Skywalker e Obi-Wan Kenobi e del rinnegato Lord Fener. Dopo il salto trovate una galleria fotografica con immagini dei diversi ombrelli.

Star Wars-Guerre Stellari, recensione

La principessa Leila (Carrie Fisher) durante il tragitto per comsegnare all’alleanza ribelle i piani della Morte Nera, gigantesca stazione da battaglia capace di annientare interi pianeti,  viene fatta prigioniera dal famigerato Dart Fener e dalle sue truppe, ma prima di cadere in mani nemiche affida un messaggio ai suoi due droidi di fiducia RD-D2 e C-3PO inviandoli con una navicella di salvataggio sul pianeta Tatooine.

Giunti sul pianeta i due droidi vengono catturati dai Jawas mercanti e contrabbandieri di droidi che li vendono all’agricoltore Owen Lars e al nipote Luke Skywalker (Mark Hamil) aspirante pilota di caccia. Una volta alla fattoria Luke sarà costretto a mettersi in cerca di RD-D2 che obbedendo al volere della principessa Leila è fuggito per consegnare il messaggio al misterioso Obi-Wan Kenobi (Alec Guinness) una sorta di eremita che vive nel deserto.

Scampati ad un assalto di predoni Luke e i due droidi salvati da Kenobi scopriranno che quest’ultimo è un cavaliere Jedi, ordine di combattenti e saggi che veglia sull’equilibrio dell’universo e sulla pace.

Il percorso di Anakin Skywalker

La Forza di Anakin avvolge la stanza, e la sua serafica immobilità mi tiene in sospeso in uno stato che è a metà tra l’ammirazione e il timore. Mi spaventa l’idea di affrontare un percorso di questo tipo: camminare attraverso i meandri di una mente forgiata in questo modo potrebbe essere veramente pericoloso.

La disciplina e l’allenamento durano ormai da anni; il corpo e la mente hanno sopportato fatiche indicibili, un percorso formativo degno della scuola più rigida. La sua espressione corrucciata non è lo specchio di quello che sta pensando, ne sono assolutamente convinto.

Si tratta di una sorta di casco protettivo sviluppato negli anni, in modo spontaneo; non posso non pensrae a quanto le persone possono essere diverse, e agli effetti che il vivere tutti nella stessa realtà può portare.

Blade Runner è il miglior film di fantascienza di sempre

Se qualcuno avesse ancora dei dubbi sui più bei film di fantascienza di tutti i tempi si segni la classifica, che troverà dopo il salto, indetta dal sito Moviefone.com.

Secondo il sondaggio online il miglior film del genere è Blade Runner, la pellicola futuristica diretta da Ridley Scott e interpretata magistralmente da Harrison Ford e Rutger Hauer. Il film ha battuto la concorrenza dei vari capitoli di Guerre Stellari e di due della saga di Alien.

Fa riflettere, che, con le tecnologie che abbiamo da qualche anno a questa parte, non ci sia nella lista dei primi dieci nemmeno un film del 2000 (il più recente è Matrix).