Premio De Sica 2009, tra i vincitori Boldi, Albanese, Argentero, Trinca, Bisio, Parenti e Risi

Massimo Boldi

Ieri al Quirinale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha consegnato i premi Vittorio De Sica 2009 per Cinema, Cultura, Scienza e Società.

Per il cinema italiano sono stati premiati gli attori Antonio Albanese, Massimo Boldi, Gabriele Ferzetti, Jasmine Trinca, Giovanna Mezzogiorno, Claudio Bisio, Luca Argentero, il regista e sceneggiatore Neri Parenti, il produttore Alfredo Bini, ai registi Ilaria Occhini (per Mar Nero), Marco Pontecorvo (per Pa-ra-da) e a Marco Risi (per Fortapàsc).

Durante la cerimonia in cui è stato assegnato un premio alla memoria a Mike Bongiorno (ritirato dalla moglie Daniela Zucculi) e Massimo Ranieri ha fatto un discorso applauditissimo in difesa del teatro, Massimo Boldi, che poco prima aveva abbracciato calorosamente Christian De Sica, ha detto:

C’era una volta il West: recensione

Nell’incipit  del film assistiamo ad una sparatoria in cui tre killer vengono uccisi dal misterioso pistolero soprannominato Armonica (Charles Bronson), quest’ultimo dopo lo scontro si rifugia ferito in una locanda dove incontra la bella Jill (Claudia Cardinale), fresca di trasferimento da New Orleans e poco avvezza alle abitudini del selvaggio west. Nel locale Armonica incontra anche il criminale evaso Cheyenne (Jason Robards).

I tre uomini uccisi fanno parte della banda di frank (Henry Fonda), spietato  killer al soldo dell’industriale ferroviario Morton (Gabriele Ferzetti), Jill che in segreto è convolata a nozze con il proprietario terriero Brett Mcbain scopre che quest’ultimo è stato ucciso con i tre figli da Frank e la sua banda e la donna così si ritrova sola a doversi occupare degli appezzamenti di terra e della grande fattoria del defunto marito.

Morton vuole i terreni di McBeal e l’imprevista comparsa della vedova rende il suo piano più complicato del previsto. Così Jill, dopo essere stata salvata da Armonica che uccide due sicari mandati da Morton ad eliminarla, torna a fare la prostituta a New Orleans, attività che svolgeva prima del matrimonio.

Marco Martani, Daniele Vicari Edoardo Di Leo, nuovi progetti

Ci sono nuovi progetti per tre registi italiani, Daniele Vicari, Edoardo Leo e Marco Martani. Scopriamoli insieme.

Daniele Vicari racconterà la tragica vicenda avvenuta nel luglio 2001 in occasione del G8 di Genova, nel film drammatico dal titolo Diaz, prodotto da Domenico Procacci. La sceneggiatura è ad opera dello stesso regista e di Laura Paolucci. Ha collaborato anche Simona Mammano, agente di polizia e autrice del libro Assalto alla Diaz.

James Bond: la parentesi di George Lazenby

George Lazenby è una caso particolare della serie di film sul celebre agente segreto con licenza di uccidere: si tratta infatti di una parentesi durata un solo film. Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà è il sesto film della saga ed è diretto da Peter R. Hunt.

Nel cast, oltre a Lazenby, sono presenti Diana Rigg, Telly Savalas e Gabriele Ferzetti. Il protagonista si comportò molto bene nei panni di James Bond, dando un’ottima dimostrazione di recitazione e di interpretazione del personaggio.

Si tratta del primo episodio della serie in cui Sean Connery non è il protagonista. Nonostante tutto Lazemby non ebbe il successo sperato, e i produttori decisero quindi di richiamare Sean Connery ad interpretare James Bond nel film successivo, Agente 007 – Una cascata di diamanti .