Recensione: Yes Man

di Diego Odello 25

Carl Allen (Jim Carrey) è un uomo triste: è divorziato da una donna, che voleva di più; in banca, anche se meriterebbe la promozione da cinque anni, viene sempre scavalcato e dice no a qualsiasi richiesta di credito; l’interesse nell’uscire con gli amici di sempre Peter (Bradley Cooper) e Lucy (Sasha Alexander) è scemato da mesi, tanto da convincersi che sia meglio un buon film, magari horror (Saw), che la loro compagnia; rispondere alle telefonate è solo una formalità o un fastidio.

La sua vita cambia quando un suo amico, che non vedeva da tempo, gli consiglia di frequentare il meeting YES MAN, tenuto dal guru Terrence Bundley (Terence Stamp): in mezzo ad una folla oceanica, Carl è costretto a fare un giuramento con se stesso ovvero rispondere sempre e comunque si.

Tutto ciò è assai strano per lui, eppure col passare del tempo, inizia a piacergli, tanto di dire si, oltre che ai suoi amici e al suo capo, anche a tutte le persone che gli chiedo un microcredito, a chi gli offre di imparare a suonare la chitarra o il coreano, a chi lo vorrebbe impegnato nel volontariato e pure ad Allison (Zooey Deschanel) una giovane ragazza artistoide, amante della pittura, delle foto in movimento e della musica, che lo fa entrare nel suo mondo, facendolo innamorare. All’amore ha detto si per obbligo o per scelta?

Yes Man è la nuova commedia brillante di Peyton Reed, che diverte e fa riflettere, grazie ad uno splendido Jim Carrey, che quando si ritrova obbligato a fare qualcosa (vedi Bugiardo e Bugiardo), riesce sempre ad arrivare all’apice della sua comicità, ancora capace di espressioni da faccia di gomma.

Il film non delude: la storia è volutamente eccessiva (il si costringe il protagonista non solo a cose particolari, ma anche a situazioni che non avrebbe mai accettato, come le avance di una vecchietta ninfomane, o il dare un passaggio ad un barbone, o a salvare un suicida), perché vuole spingere lo spettatore a vivere la vita in ogni suo istante, ma con consapevolezza; ogni personaggio ha una vita propria ben definita (bello, anche se altamente nerd il superiore di Carl, che si inventa feste in maschera a tema); la sceneggiatura è precisa, con qualche sbavatura (forse c’è troppa carne al fuoco), ma nessun buco narrativo; il ritmo non scema mai, se non volutamente e accompagna lo spettatore ad un finale, che seppur sia il più probabile e atteso è coerente con la narrazione.

Concludendo: Yes Man è una bella commedia e come tale va vista: è vero che volendo si possono trovare degli accenni politici (combattere la diffidenza nei confronti dell’altro, fidarsi del piccolo risparmiatore, non omologarsi), ma il film vuole semplicemente dare un’iniezione di fiducia a chi lo vede e ci riesce. Certo, non saremo tutti fortunati come Carl nemmeno diventando fautori del nostro destino, ma lo diceva anche il detto: Chi non risica non rosica.

Commenti (25)

  1. Jim Carrey è un bravissimo attore, ma questo film è penoso!
    Non fa ridere! E’ di una comicità veramente troppo stupida.
    Personalmente ho fatto fatica a trovare qualche spunto meritevole di una risata, ma in sala alcune persone (ragazzini dagli 11 ai 13 anni) si sono divertite molto.
    Dire che è un film che diverte e fa riflettere è una cosa assurda! Anzi no, pensandoci bene, ho riflettuto su una cosa : se i miei 7,50€ li avevo spesi da un’altra parte era molto meglio!

  2. se i miei 7,50 li AVESSI spesi da un’altra parte,impara l’italiano caro prima di fare il critico intelligente

  3. Hai ragione! Con questo grandissimo errore non si è capito ciò che volevo dire! Per fortuna ci sono dei fenomeni come te, sempre pronti a trovare gli errori! Sei un grande! Comunque non sono un critico intelligente, ma uno che è rimasto molto deluso dal film! @ massimo:

  4. ragio posso solo dirti che sei un NO MAN NO MAN NO MAN NO MAN NO MAN…
    Povero ragio chissa dietro quanti no ti sei nascosto…

  5. @ ragio:
    Ma che stronzata!
    E’ un film stupendo, che insegna e fa riflettere, lui ha recitato da dio (avendolo visto anche in inglese, posso dirlo) e, che dire, YES MAN!

  6. @ Andy:

    Si yes man è un film stupendo……..forse se lo ascolti in cinese (ma ho dei seri dubbi lo stesso)

    ma sta bò!!!

    E’ uno dei più brutti film di Jim Carrey, direi il peggiore!!!

  7. @ ragio:
    Ma creeeepa Ragio (:
    E impara a parlare, santoddio.

  8. @ Andy:

    1) io non sono stato offensivo e non ti ho augurato di crepare!

    2) Chi ha visto il film può esprimere una sua opinione e scrivere quello che pensa.

    3) Ti ho risposto anche se non lo meritavi.

    Stimati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>