Oscar 2015: i Migliori Costumi

di Redazione Commenta

Questi costumi che vestono letteralmente e metaforicamente i diversi personaggi, porteranno i loro designer verso la strada di un possibile Oscar. Scopriamo insieme quali sono i possibili contendenti all’Oscar 2015 per i Migliori Costumi.

‘Exodus: Dei e Re’

Vestiti sfarzosi per gli imperatori e migliaia di costumi per gli schiavi ebrei, il tutto per ricreare l’abbigliamento di più di 3000 anni fa.

‘The Grand Budapest Hotel’

Mescolando realtà storica e immaginazione creativa, questi costumi portano lo spettatore in un viaggio tra estrosità e guerra.

‘The Homesman’

I costumi di questo film rispettano lo scenario western con fedeltà e fantasia.

‘The Imitation Game’

Un viaggio nello stile spartano e pratico dell’abbigliamento durante l’epoca della guerra, con guizzi di ricerca e di stile per superare il grigiore del momento.

‘Into the Woods’

In una storia piena di fantasia e immaginazione, gli abiti sono sorprendentemente pratici, donando quell’elemento di realtà al racconto fantasy.

‘The Boxtrolls’

Chi ha detto che un cartoon non può gareggiare in questa competizione? Con migliaia di miniature e costumi minuziosamente realizzati, questo film d’animazione merita un posto di diritto.

‘Maleficent’

Non c’è modella migliore di Angelina Jolie per mettere in mostra le proprie abilità sartoriali, e la sua Malefica riempie lo schermo.

‘Mr. Turner’

I racconti storici danno occasione di poter sfoggiare tutti i propri impulsi creativi da punto di vista dei costumi. E il dramma inglese consente la creazione di abiti che separano nettamente le classi sociali e nello stesso tempo rispecchiano le anime di chi li indossa.

‘A Most Violent Year’

Una storia radicata nel suo tempo, grazie anche agli abiti che riflettono gli anni ’80, dal cappotto cammello agli abiti chic sub-urbani.

‘La Teoria Del Tutto’

La storia del fisico britannico ci consente di fare un viaggio tra le mode degli ambienti universitari e di altri settori della società britannica della seconda parte del 20° secolo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>