Nora Roberts-La palude della morte, recensione

di Pietro Ferraro 5

Declan Fizpatrick (Jerry O’Connell) brillante avvocato laureato ad Harvard decide di dare una svolta alla sua vita e realizzare un suo desiderio covato per anni, acquistare Manet Hall un antico maniero con annessa piantagione recententemente ristrutturato, situato nei pressi di New Orleans.

Naturalmente come ogni vetusto edificio che si rispetti anche Manet Hall ha le sue leggende e le sue storie di fantasmi, così una volta trasferitosi Declan comincia a  sentire voci inquietanti e a vedere cose strane che cominceranno a far vacillare la sua mente.

Declan nel frattempo conosce una ragazza cajun di nome Lena (Lauren Stamile), bellezza locale cresciuta nella baia con sua nonna Odette (Faye Dunaway), tra i due nasce un’attrazione e Declan percepisce un forte legame tra la ragazza e Manet Hall che però non riesce a definire.

Voci e visioni sempre più ricche di dettagli cominciano ad avere un senso per Declan che rivive accadimenti che appartengono ad un passato remoto di Manet Hall, così decide di chiedere aiuto a Lena e a sua nonna per scoprire cosa gli sta accadendo, portando così alla luce uno sconvolgente segreto sepolto nel passato del maniero da oltre cento anni.

Nora Roberts-La palude della morte fa parte di un pacchetto di adattamenti televisivi realizzati dal network americano Lifetime nel 2009 e tratti dalla raccolta Nora Roberts Collection che comprende anche le trasposizioni dei racconti Northern Lights, High Noon e Tribute.

Nora Roberts è una delle autrici romance più prolifiche e lette degli States con  all’attivo 150 titoli e 280 milioni di copie pubblicate che le hanno permesso di essere la prima scrittrice ad entrare nella Hall of Fame degli autori di romanzi rosa americani, i suoi lavori comunque non si limitano alle sola produzioni romance, come dimostra proprio La Palude della morte e alcuni dei più recenti adattamenti per il piccolo schermo, che spesso spaziano nei generi miscelando thriller e sovrannaturale.

Alla regia di Nora Roberts-La palude della morte Ralph Hemecker, già dietro la macchina da presa per il precedente Nora Roberts-Il mistero del lago e con all’attivo l’adattamento televisivo della serie a fumetti Witchblade di cui Hemecker oltre ad essere stato produttore ed autore. ha diretto il pilot.

Il cast vede protagonista Jerry O’Connell, al cinema Stand by me e Jerry Maguire e volto noto del piccolo schermo che molti ricorderanno per la serie Il mio amico Ultraman e il crime-drama Crossing Jordan, al suo fianco Lauren Stamile già ricorrente in Grey’s Anatomy (infermiera Rose) e la veterana Faye Dunaway (The yards).

Nora Roberts-La palude della morte è il classico prodotto televisivo da palinsesto estivo, che nulla pretende se non intrattenere le lettrici della Roberts e un pubblico prettamente al femminile, ma non dispiacerà anche a chi non disdegna i thriller formato televisivo.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>