Il principe cerca moglie: recensione

di Pietro Ferraro 9

 Il principe Akeem (Eddie Murphy) è il rampollo reale della famiglia che governa il paradisiaco regno africano di Zamunda, tutto è facile e già predisposto nella vita di Akeem, anche la futura consorte, con cui presto convolerà a nozze, e che sembra addestrata a servirlo e riverirlo senza avere la benchè minima  personalità e disposta a tutto per soddisfare ogni regale desiderio.

Insomma il sogno di molti, ma Akeem decide che la sua consorte dovrà essere dotata di personalità e oltretutto, cosa ancor più indispensabile, dovrà amarlo, e così con il suo servitore Semmi (Arsenio Hall), il giovane principe si trasferirà in America scegliendo inconsapevolmente uno dei quartieri più difficili e pericolosi di New York, il Queens.

Naturalmente il nostro principe sarà in incognito, perchè chi lo sceglierà come compagno non dovrà sapere delle sue regali radici, così inizia l’avventura. Trovato un lavoro in un fast food Akeem conoscerà una bella ragazza, Lisa (Shari Headley), di cui si innamorerà e comincerà per lui  la dura vita dell’uomo qualunque con tutte le difficoltà e delusioni del caso, ma l’imprevisto arrivo dei suoi genitori e il fastidioso fidanzato di Lisa potrebbero infrangere il suo sogno romantico.

Il principe cerca moglie è senza dubbio una delle commedie più riuscite di Eddie Murphy, il regista John Landis conosce a menadito il genere e trasforma un copione alquanto prevedibile in un simpatico divertissement in stile fiaba con una serie di accorgimenti che smorzano la vena caustica  del protagonista all’interno di una brillante cornice romance.

Un Murphy più contenuto del solito che però Landis lascia sfogare in vari cameo sotto lo stupefacente  make-up del truccatore Rick Baker, Il principe cerca moglie a conti fatti si rivela una riuscita e frizzante comedy-romance con un cast di lusso, che vede tra i protagonisti veterani del calibro di James Earl Jones e comici d’assalto come Arsenio Hall.

Insomma gli ingredienti per una serata divertente ci sono tutti, Il principe cerca moglie è l’occasione di vedere un Murphy in gran forma, privo degli eccessi che ne contraddistinguono nel bene e nel male l’innegabile talento, e prima della serie di flop che ne segneranno inesorabilmente la carriera come Il principe delle donne, Harlem Nights o Vampiro a Brooklin.

Commenti (9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>