Natale in Sudafrica, la trama dei due episodi, curiosità e dichiarazioni dei protagonisti

di Diego Odello 3

Natale in Sudafrica, il Cinepanettone con Christian De Sica, Belen Rodriguez, Massimo Ghini, Giorgio Panariello, Max Tortora, Barbara Tabita, Serena Autieri, Laura Esquivel e Alessandro Cacelli, che si sta girando in questi giorni tra Johannesburg e Pretoria e che uscirà il 17 dicembre al cinema, sarà diviso in due episodi.

Nel primo, De Sica va in vacanza in Sudafrica con la sua seconda moglie Susanna (Barbara Tabita) dove incontra il fratello minore Carlo (Max Tortora), colui che gli ha portato via tutti i sodli, in compagnia della sua prima moglie Marta (Serena Autieri).

Nel secondo, Massimo Ghini e Giorgio Panariello, amici con l’hobby della caccia, sono in vacanza-safari con i rispettivi figli (Laura Esquivel e Alessandro Cacelli). I due faranno la corte all’entomologa Angela Ladesse, interpretata da Belen Rodriguez, in Sudafrica per trovare una farfalla.

Il produttore Luigi De Laurentiis dice (fonte La Stampa):

Il Natale senza cinepanettone sarebbe molto triste … ogni anno, più o meno a gennaio, facciamo la prima riunione per decidere il Paese in cui gireremo. Stavolta abbiamo subito pensato al Sudafrica e alla grande popolarità che un evento come il Mondiale gli avrebbe dato. Per oltre un mese sulla tv italiana scorrevano solo immagini di questi luoghi … dopo la debacle italiana abbiamo riflettuto sulla possibilità di cambiare titolo, di chiamarlo Natale in Afria, ma poi hanno vinto il paesaggio accogliente, il sorriso della gente che ricorda un po’ quella del Brasile … e alla fine ci sarà pure una vuvuzela.

Massimo Ghini aggiunge:

Stavolta i nostri eroi si muovono in una dimensione nuova, agiscono in open air e la comicità è diversa.

Il regista Neri Parenti commenta:

Il cinepanettone cambia ogni anno proprio come cambia il Paese in cui viviamo. L’ispirazione viene anche dall’attualità, da un Paese sempre più fatto di gossip e tradimenti politici … Non siamo sordi e ciechi nella torre d’avori del film di Natale. Quando ci hanno fatto notare che nei nostri film c’erano troppe parolacce, ci abbiamo riflettuto, l’hanno dopo abbiamo girato Christmas in love dove al massimo si diceva perdindirindina.

Cristian De Sica rivela:

La cosa che mi piace di più è che il film di Natale è come un’altra famiglia, ogni anno so, che in questo periodo, starò in un certo clima e con certi amici, e non vedo l’ora di ritrovarli.

Curiosità: nella colonna sonora del film ci sarà anche Waka Waka di Shakira; il budget del film è tra i 10 e i 12 milioni di euro; il film sarà girato in dieci settimane.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>