I poliziotti di riserva, recensione in anteprima

di Redazione 1

Nel dipartimento di polizia di New York troviamo due tipi di poliziotti, gli spacconi egomaniaci come la coppia di detective Danson (Samuel L. Jackson) ed Highsmith (Dwayne Johnson), che fracassando automobili e trasformando la città in un campo di battaglia attirano l’attenzione dei media facendosi un gran pubblicità e poi ci sono i poliziotti che si barcamenano tra scartoffie e una carriera mancata, magari per manifesta incapacità come il colletto bianco Allen Gamble (Will Ferrell) e il suo partner per forza Terry Hoitz (Mark Wahlberg) con una carriera stroncata sul nascere per aver sparato per errore, poco prima di una partita decisiva per le World Series, al campione dei New York Yankees Derek Jeter.

La morte per manifesta imbecillità di Danson ed Highsmith lanciatisi in un letale ed improbabile inseguimento volante darà l’occasione a Gamble ed Hoitz di occupare il posto vacante di eroi col distintivo di cui la città sente nuovamente il bisogno, l’idea è di incastrare un ricco miliardario che sembra aver un bel pò di scheletri nell’armadio, ma la cosa diventerà piuttosto difficile quando i due si ritroveranno al centro di attentati intimidatori, tentativi di corruzione e infine braccati da killer professionisti.

I poliziotti di riserva (The other guys) si pone senza dubbio nel filone buddy-cop con una preponderante impronta comedy, anche se in questo caso il regista Adam McKay, collaboratore di vecchia data di Will Ferrell, la coppia ha co-prodotto insieme la sit-com Eastbound & Down, mantiene un’invidiabile equilibrio non sconfinando mai nel demenziale puro riuscendo la dove in parte aveva fallito il remake Starsky & Hutch e sfoggiando un’inedita marcia in più rispetto al recente Poliziotti fuori-Due sbirri a piede libero di Kevin Smith.

McKay descrive il dipartimento di polizia di New York alla stregua di un college, ci sono gli sportivi smargiassi, gli scherzi goliardici, i secchioni e addirittura un capitano che sfoggia la tipica aria paternalistica di un preside, per poi trasformare il tutto in una sorta di Rivincita dei nerds in chiave action/poliziesca con tanto di sfigati incredibilmente contornati di belle donne che alla fine tra un disastro e l’altro si trasformano in eroi.

I poliziotti di riserva funziona egregiamente ed intrattiene con efficacia, così tra notevoli sequenze di stunt che fanno il verso ai Bad Boys di Michael Bay ed una coppia di protagonisti affiatata, si giunge ai titoli di coda piacevolmente e senza strafare.

Nelle sale dal 26 novembre 2010

Note di produzione: nel film oltre a Michael Keaton, Eva Mendes e Anne Heche compaiono diverse guest star nel ruolo di se stesse, tra queste Brooke Shields, Rosie Perez e Tracy Morgan.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>