Film parodia prison-movie, Mean Machine

di Redazione 6

I Mondiali di calcio sono ormai alle porte, quindi questa settimana il calcio sarà l’ospite d’onore delle nostre rubriche, e cominciamo in bellezza con la comedy sportiva Mean Machine dell’inglese Barry Skolnick, che riesce nel non semplice compito di realizzare un ironico remake del classico Quella sporca ultima meta di Robert Aldrich con Burt Reynolds e di parodiare in puro stile british il genere prison-movie, sostituendo l’amatissimo football americano d’oltreoceano con il calcio, sport principe del Vecchio Continente.

Skolnick ricalca la storia dell’originale, ex-campione di calcio ora rissoso alcolizzato finito dietro le sbarre per aver aggredito un agente di polizia, sarà gentilmente invitato ad allenare una squadra di scalcinati galeotti per una partita d’allenamento contro gli odiati secondini. Il cast, vero punto di forza di tutta l’operazione Mean Machine, vede tra  protagonisti Vinnie Jones, Jason Statham, Vas Blackwood e Jason Flamyng, tutti provenienti dalle gangsta-comedies di Guy Ritchie Lock & Stock-Pazzi scatenati e The Snatch-Lo strappo, nel cast ruoli anche per l’ex-calciatore scozzese David Reid storico capocannoniere dell’Hybernian e lo scrittore di crime JJ Connolly.

Prima di lasciarvi ai consueti video con stralci del film e trailer che potrete visuonare dopo il salto, una curiosità: l’attore Vinnie Jones ha un passato da calciatore professionista, noto come temibile difensore ha militato nella Nazionale del Galles e nel Chelsea.

Commenti (6)

  1. Che noia: già ci tocca sopportare il calcio dappertutto, ed adesso, dopo che speravamo di poter evadere da questa overdose calcistica almeno al cinema, ci proponete i film sul calcio? :-(((
    Differenziatevi, e fate uno special di film senza calcio, almeno sino alla fine dei mondiali: vi saremo tutti riconoscenti! 🙂

  2. @ Pjt:
    Capisco il tuo disappunto, io stesso non sono ne un tifoso ne un appassionato di calcio, ma l’evento incombe e nel bene e nel male condizionerà gli eventi mediatici e rappresenta volenti o nolenti un momento di aggregazione.
    Direi anche di non sottovalutare l’ergomento, perchè il cinema ha la peculiarità di dar spessore a molte tematiche che potrebbero sembrare lontane per gusti ed intenti dal grande schermo, per l’occasione ti invito a dare un’occhiata alla classifica appena pubblicata, che dimostra l’ampiezza dell’argomento legato al mondo del cinema. Un saluto 🙂

    http://www.ilcinemaniaco.com/10-film-sul-calcio/#more-66579

  3. @Pietro Ferraro. Vero che l’evento incombe, e che condizionerà gli eventi mediatici, ma proprio per questo, tenendo conto che alla maggior parte delle persone la cosa non interessa il fornire un’alternativa rappresenta un valore in più rispetto a tutti gli altri che invece ne parlano. Se tutti i siti parlano di calcio, chi non ne parla è ancora più attrattivo e più apprezzato da chi non è inmteresasato e da chi si è stufato delle chiacchere. Questo non per rimprovero o per accusarvi di uniformità, ma solo per spronarvi a miglirare questo blog già buono.
    Quanto alla classifica che dici, avevo già visto il post, e devo dire che di quei film già li ho visti quasi tutti, ma, a mio giudixzio, a parte un paio gli altri non sono un granchè (al di la dell’argomento calcio).

  4. @ Pjt:
    Il valore delle singole pellicole dipende sempre dai gusti e da quello che ci si attende, sono tutti valori di merito, come peraltro l’incasellarli in classifiche che è poi una sorta di gioco che devo dire gradisco molto, perchè permette di avere una visione d’insieme della varietà che fortunatamente nel cinema non mancherà mai a prescindere dalle tematiche affrontate, non ho mai pensato che ci accusassi di uniformarci, anche perchè fortunatamente siamo decisamente liberi in questo senso, se mai dovessimo farlo sarà sempre per scelta, ti ringrazio per le osservazioni, credo che un giudizio esterno sia un punto di vista da tenere sempre e comunque in considerazione perchè aiuta a guardare il proprio lavoro da un’altra prospettiva. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>