Festival di Venezia 2010: i possibili film presenti al Lido

di Diego Odello 3

In questi giorni stanno circolando i nomi dei possibili film che verranno proposti al Festival di Venezia 2010. L’edizione numero sessantasette dovrebbe avere un programma di tutto rispetto grazie alla presenza di Sofia Coppola che dovrebbe presentare in concorso la commedia Somewhere, Julian Schnabel che potrebbe portare il thriller Miral e Terrence Malick che potrebbe aprire la manifestazione con The Tree of life.

Non solo: è probabile che al Lido arrivino anche The Tourist, interpretato da Angelina Jolie e Sean Penn (sempre che non finisca al Festival di Roma, e venga sostituito da The Rum Diary, che però pare non abbia emozionato i selezionatori), Machete di Robert Rodriguez con Danny Trejo e Robert Deniro, The American, con George Clooney, The Town con Ben Affleck, The Ward di John Carpenter, The Way Back di Peter Weir, Black Swan di Darren Aranofsky, The social network di David Fincher e forse pure il thriller paranormale di Clint Eastwood, Hereafter.

Tra le pellicole europee che potrebbero essere presentate si segnalano i francesi Potiche di François Ozon (con Cahterine Deneuve e Gerard Depardieu) e Black Venus di Abdellatif Kechiche, Route Irish e il tedesco In a better World di Susanne Bier.

Gli italiani dovrebbero essere presenti con Noi eravamo di Mario Martone, Vallanzasca il fiore del male di Michele Placido, La bellezza del somaro di Sergio Castellitto, La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo, il docufilm di Gaetano Scarchilli Evviva Gassman, dedicato al decennale della scomparsa del grande Vittorio Gassman e il documentario di Giuseppe Tornatore dedicato alla Titanus di Goffredo Lombardo. Possibili anche Una sconfinata giovinezza diretto da Pupi Avati, e La passione di Carlo Mazzacurati.

In attesa di conoscere la lista ufficiale dei film (non tutti questi potranno comparire tra i nomi che verranno comunicata il 29 luglio) non c’è che dire: possiamo ben sperare.

Commenti (3)

  1. Route irish è stato presentato già a Cannes…
    Dico soltanto una cosa, se uno deve copiare (articolo de “Il giornale”…) almeno lo faccia bene verificando se quello che copia è attendibile o no (e magari scriva anche la fonte..)

  2. @ Giulio Roma:
    Caro Giulio, grazie della segnalazione.
    Le fonti sono molteplici italiane e internaziolai, non solo Il Giornale ed è per questo che possono capitare degli errori. Tra l’altro, non essendoci nulla di ufficiale ancora non si può dare attendibilità alle fonti stesse (non a caso parlo di possibili film presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>