Festival di Venezia 2010: i vincitori in diretta

di Pietro Ferraro 4

Alle 18.45  seguiremo in diretta la cerimonia di premiazione della sessantasettesima edizione della Mostra del Cinema di Venezia con l’assegnazione del Leone d’oro al miglior film della rassegna, madrina della manifestazione l’attrice Isabella Ragonese e presidente di giuria il regista Quentin Tarantino.

A tra poco con la cronaca in diretta.

18.45 La diretta ha inizio con uno sguardo al red carpet, mentre sfilano le prime personalità tra cui naturalmente il direttore artistico Marco Muller seguito dalla madrina di quest’anno una splendida Isabella Ragonese che si concede ai flash dei fotografi.

18.48 Tocca ad una delle favorite per il Leone d’oro sfilare, la regista Sofia Coppola che dopo i flash firma qualche autografo.

18.53 ecco sfilare il presidente di giuria Quentin Tarantino accolto da un’ovazione che saluta i fan e firma qualche autografo, seguito da Gabriele Salvatores accompagnato dall’attrice Stefania Rocca, ricordiamo che Salvatores è presente alla Mostra con il documentario fuori concorso 1960.

18.58 il red carpet prende vita, cominciano a susseguirsi le prestigiose guest, arriva un altro membro della giuria, il regista Luca Guadagnino che saluta Tarantino ancora impegnato a firmare autografi.

19.02 Arriva Ancora qualche membro della giuria, a Salvatores si unisce Danny Elfman compositore-feticcio di Tim Burton e autore di grandi colonne sonore, la folla reclama Tarantino che stringe mani e incita i fotografi.

19.03 le luci sul red carpet si abbassano e gli ospiti si avviano all’interno pronti a seguire la premiazione.

19.10 Isabella Ragonese sale sul palco e seriosamente recita le frasi anti-pirateria che si ascoltano in sala prima delle proiezioni, poi visto che la voce non è la sua ringrazia la voce ufficiale della Mostra che l’ha gentilmente doppiata, segue un discorso che riassume per suggestioni i dodici giorni appena trascorsi.

19.12 sale sul palco il direttore artistico Marco Muller che assegna un premio collaterale all’attrice Vittoria Puccini e ricorda il premio Persol 3D assegnato ad Avatar e Dragon Trainer e il premio Controcampo Italiano a 20 sigarette di Aureliano Amadei.

19.15 sale sul palco la giuria della sezione orizzonti con Gran premio della giuria al documentario canadese The Forgotten Space.

19.18 sale sul palco la giuria della Selezione ufficiale guidata da Quentin Tarantino.

19.20 Premio per la miglior fotografia a Silent Souls del russo Aleksei Fedorchenko.

19,22 Danny Elfman consegna il premio alla miglior sceneggiatura ad Alex de la Iglesia per Balada triste de trompeta.

19.24 Luca Guadagnino consegna il Premio Marcello Mastroianni per la miglior attrice emergente a Mila Kunis per Black Swan.

19.25 Coppa Volpi per il miglior attore a Vincent Gallo per il film Essential Killing, ritira il premio il regista Jerzy Skolimowski che incita Gallo a salire sul palco, ma senza successo.

19.27 Salvatores consegna la Coppa Volpi per la migliore attrice ad Ariane Labed per il film Attenberg di Athina Rachel Tsangari.

19.37 E’ il momento del Premio speciale della giuria che va a Essential Killing di Jerzy Skolimowski.

19.40 il regista Guillermo Arriaga consegna il Leone d’argento per la miglior regia ad Alex de la Iglesia per Balada triste de trompeta.

19.43 Tarantino consegna il Leone d’oro speciale per l’insieme dell’opera a Monte Hellman per Road to Nowhere.

19,48 E’ il momento dell’atteso Leone d’oro per il miglior film, sul palco il presidente della Biennale Paolo Baratta, Tarantino anticipa che la decisione è stata unanime, il vincitore della sessantasettesima Mostra del Cinema di Venezia è Sofia Coppola con Somewhere.

19.54 il presidente della Biennale Paolo Baratta chiude ufficialmente la cerimonia di premiazione.

Riepiloghiamo i premiati della serata:

Leone d’oro al miglior film: Somewhere di Sofia Coppola (USA)

Leone d’oro speciale per l’insieme dell’opera: Monte Hellman per Road to Nowhere (USA)

Leone d’argento per la miglior regia: Alex de la Iglesia per Balada triste de trompeta (Spagna, Francia)

Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile: Vincent Gallo per Essential Killing di Jerzy Skolimowski (Polonia, Norvegia, Ungheria, Irlanda)

Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile: Ariane Labed per Attenberg di Athina Rachel Tsangari (Grecia)

Premio Osella per la miglior sceneggiatura: Alex de la Iglesia per Balada triste de trompeta (Spagna, Francia)

Premio Osella per la miglior fotografia: Mikhail Krichman per Silent Souls di Aleksei Fedorchenko (Russia)

Premio Marcello Mastroianni al miglior mattore o attrice emergente: Mila Kunis per Black Swan (USA)

Leone del futuro-Premio Venezia opera prima (Luigi De Laurentiis): Cogunluk (Majority) di Seren Yuce (Turchia)

PREMIO ORIZZONTI (lungometraggi)
a Verano de goliat di Nicolás Pereda (Messico, Canada)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA (lungometraggi)
a The forgotten space di Nöel Burch e Allan Sekula (Olanda, Austria)

PREMIO ORIZZONTI CORTOMETRAGGIO
a Coming attractions di Peter Tscherkasski (Austria)

PREMIO ORIZZONTI MEDIOMETRAGGIO a
TSE (OUT) di Roee Rosen (Israele)
una menzione speciale a:
Jean Gentil di Laura Amelia Guzman e Israel Cardenas (Repubblica Dominicana, Messico, Germania)

VENICE SHORT FILM NOMINEE FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS a
The external world di David O’Reilly (Germania)

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>